Dal mondo / America

Commenta Stampa

I cinque erano stati invitati da Guaidò

Venezuela: no all'ingresso di cinque politici spagnoli


Venezuela: no all'ingresso di cinque politici spagnoli
18/02/2019, 09:22

CARACAS (VENEZUELA) - Il governo del Venezuela ha respinto all'aeroporto di Caracas cinque parlamentari spagnoli del Partito Popolare Europeo. I cinque erano già stati dissuasi dal Ministro degli Esteri venezuelano a presentarsi, in quanto invitati da Juan Guaidò. Il loro arrivo è stato definito "a fini cospiratori". I cinque eurodeputati sono Esteban Gonzalez Pons, Gabriel Mato Adover, Esther de Lange, José Ignacio Salafranca Sanchez-Neyra e Juan Salafranca. In realtà appare evidente che il loro arrivo fa parte della manovra per screditare il presidente venezuelano Maduro a livello internazionale. 

Intanto, continua la lotta tra Maduro e Guaidò sugli aiuti umanitari. Il secondo ha garantito che gli aiuti umanitari statunitensi - bloccati al confine con la Colombia - entreranno nel Paese il 23 febbraio prossimo; mentre i soldati al confine lo impediscono. E del resto, è un invio molto sospetto: i camion si sono presentati al confine meno di 48 ore dopo che l'Assemblea nazionale guidata da Guaidò aveva votato un provvedimento che accettava gli aiuti umanitari degli Usa. Anche se fossero partiti dal Confine col Messico 5 minuti dopo l'approvazione della legge, non avrebbero mai potuto giungere al confine tra Colombia e Venezuela in così breve tempo, dopo aver attraversato tutto il Centroamerica e la Colombia. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©