Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Ha collaborato con registi, tra cui Fellini e Antonioni

È morto il poeta e sceneggiatore Tonino Guerra

Nel 1967 è stato candidato all'Oscar per il film Blow-Up

È morto il poeta e sceneggiatore Tonino Guerra
21/03/2012, 12:03

SANTARCANGELO DI ROMAGNA (RIMINI) - Questa mattina è morto il poeta e sceneggiatore romagnolo Tonino Guerra, collaboratore di tanti registi, come Federico Fellini, Michelangelo Antonioni, Francesco Rosi e i fratelli Taviani. Nato nel 1920 a Santarcangelo di Romagna, Antonio Guerra, detto Tonino è stato anche maestro elementare durante la seconda guerra mondiale, quando venne deportato in Germania e internato in un campo di concentramento a Troisdorf. Dopo la liberazione, Tonino Guerra si laureò in Pedagogia presso l’Università di Urbino nel 1946 con una tesi sulla poesia dialettale. Poi diventò membro di un gruppo di poeti ‘E circal de giudeizi’ (Il circolo della saggezza), di cui ha fatto parte Raffaello Baldini e Nino Pedretti. Nel 1952 ha esordito con il romanzo ‘La storia di Fortunato’. L’anno successivo si trasferì a Roma, dove ha iniziato a lavorare come sceneggiatore. È stato anche candidato al premio Oscar nel 1967 per il film Blow-Up, regia di Antonioni. Solo da qualche tempo era ritornato nella sua Santarcangelo di Romagna, dove si è spento questa mattina.

Commenta Stampa
di Emanuele De Lucia
Riproduzione riservata ©