Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il 13enne si arrampicò per trovare fumetti usati

È morto il ragazzino che fu schiacciato dal cassonetto


È morto il ragazzino che fu schiacciato dal cassonetto
30/09/2011, 10:09

GROSSETO – Non c’è stato nulla da fare per il ragazzino che mercoledì scorso, a Manciano in provincia di Grosseto, era rimasto schiacciato dal portellone di un cassonetto dei rifiuti. Il 13 enne, infatti, è morto e la notizia del decesso è stata data dall’ospedale ‘Le Scotte’ di Siena, dove il ragazzino era stato ricoverato subito dopo il grave incidente, in rianimazione a causa del prolungato soffocamento e in condizioni gravissime. Proprio ieri sera i sanitari dell’ospedale avevano avviato l’accertamento di morte cerebrale.
L’adolescente, mercoledì scorso verso le 8.30, era sceso in strada per aspettare la mamma. Spinto dalla curiosità di vedere se nel cassonetto dei rifiuti vi fossero fumetti usati da leggere, si era arrampicato ed infilato nello stesso: quando però ha cercato di riuscire, il portellone del contenitore dei rifiuti gli si è richiuso sopra e lo ha schiacciato, causandogli un soffocamento prolungato. In particolare, il portellone lo ha incastrato all’altezza del collo e gli ha occluso per qualche minuto le vie respiratorie. La mamma e un vicino hanno visto la testa del bambino uscire dal cassonetto e hanno subito chiamato il 118. I sanitari hanno provato a rianimarlo e poi ne hanno disposto l’immediato trasferimento in elicottero all’ospedale di Siena, dove però è morto nella notte, dopo due giorni di ricovero.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©