Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

È stato un giorno fantastico per il BMW Motorrad GoldBet SBK Team sul circuito spagnolo di Motorland Aragón


È stato un giorno fantastico per il BMW Motorrad GoldBet SBK Team sul circuito spagnolo di Motorland Aragón
16/04/2013, 15:58

È stato un giorno fantastico per il BMW Motorrad GoldBet SBK Team sul circuito spagnolo di Motorland Aragón. Il pilota ufficiale Chaz Davies (GBR) è stato l’uomo da battere nel secondo round del FIM Superbike World Championship 2013 dove il Gallese ha vinto entrambe le gare in sella alla sua BMW S 1000 RR. Ha sfruttato al meglio la prima fila di partenza e ha celebrato la sua prima doppia vittoria nella categoria. Il compagno di squadra Marco Melandri (ITA), che partiva dall’ottava posizione ha concluso sul podio con il terzo posto in Gara 1. Nella seconda gara Marco ha terminato al quinto posto. Nella Classifica Piloti Chaz è salito in seconda posizione con 63 punti, mentre Marco è in quarta con 43 punti. Nella Classifica Costruttori BMW è al secondo posto con 79 punti.

In entrambe le gare Chaz ha combattuto per la vittoria sin dall’inizio. In Gara 1 il Gallese ha conquistato la prima posizione al quinto giro, mentre i suoi diretti rivali Eugene Laverty (IRL) e Tom Sykes (GBR) hanno avuto alcuni problemi. Una volta in testa Chaz ha continuato giro dopo giro a consolidare la sua leadership, portando a casa la vittoria in tutta sicurezza. Marco nel primo giro è passato dall’ottava alla sesta posizione ma, a causa di un lungo mentre cercava di risalire posizioni, è scivolato indietro fino alla nona posizione. L’italiano ancora una volta ha mostrato le sue grandi doti: al quinto giro, infatti, era già terzo, conquistando poi al tredicesimo giro la seconda posizione superando Sylvain Guintoli (FRA). Sfortunatamente al sedicesimo giro Marco è di nuovo andato lungo, perdendo alcune posizioni, ma di nuovo ha trovato il modo di risalire e tagliare il traguardo in terza posizione.

Gara 2 è stata ridotta a 19 giri dopo che il primo è stato cancellato. Questa volta Chaz ha preso la prima posizione al secondo giro e ha cominciato a distanziare i suoi inseguitori. É rimasto freddo ed ha guidato in maniera determinata per assicurarsi la seconda vittoria, stabilendo anche il giro più veloce in gara. Alle prime battute sembrava che entrambi i piloti del BMW Motorrad GoldBet SBK Team potessero essere sul podio, Marco era, infatti, partito molto bene e al terzo giro era in terza posizione. In seguito a causa di alcuni inconvenienti non è riuscito a mantenere la posizione, concludendo la gara al quinto posto.

Nella FIM Superstock 1000 Cup il campione in carica Sylvain Barrier (FRA) ha vinto la gara inaugurale di Aragón. Il pilota francese del BMW Motorrad GoldBet STK Team ha così raccolto la prima vittoria, in una competizione internazionale, con la nuova BMW HP4. La moto equipaggiata con il Dynamic Damping Control (DDC) questo vuol dire che è anche la prima vittoria di una moto con un sistema di sospensioni elettroniche nella storia delle gare motociclistiche. Il suo compagno di squadra Greg Gildenhuys (RSA) ha terminato decimo. Inoltre BMW Motorrad Motorsport si congratula con Jörg Steinhausen and Grégory Cluze per il loro successo ad Aragón. La coppia ha vinto il primo round del FIM Sidecar World Championship 2013 con il loro LCR BMW S 1000 RR.

Chaz Davies:

Risultato Gara 1: 1°/ Giro più veloce in Gara 1: 1:58.218 (al 2° giro)
Risultato Gara 2: 1°/ Giro più veloce Gara 2: 1:58.860  (al 2° giro)

“Per me è un giorno fantastico. Non riesco neanche a spiegare quanto sono felice. Che week end! La mia prima vittoria con BMW e poi una doppietta – è qualcosa che speravo di fare quest’anno ma non mi aspettavo che succedesse così presto. Voglio ringraziare BMW e tutti quelli che mi hanno supportato. Sapevo che eravamo più forti. BMW ha fatto un lavoro fantastico nell’ultimo mese dall’Australia, e tutti hanno lavorato sodo. Inoltre, ora, posso dire davvero che la RR è la mia moto, in sella, infatti, mi sento davvero a mio agio. In Gara 1 Tom e Eugene, che non sono arrivati alla fine, hanno reso tutto più semplice. In Gara 2 poteva sembrare che tutto fosse realmente facile ma, ad essere onesti, ho dovuto spingere forte. Una delle cose più significative è che abbiamo testato molto ad Jerez ma non qui ad Aragón, dove invece quasi tutti gli altri hanno testato. Il fatto di aver vinto dimostra ancora una volta il lavoro che BMW ha fatto. Ora dobbiamo rimanere concentrati e continuare a lavorare sodo. Aragón è una pista che mi piace e non vedo l’ora di essere lì”.

Marco Melandri:

Risultato Gara 1: 3°/ distanza dal 1° classificato: 0:07.089 / Giro più veloce Gara 1: 1:58.751 (all’11° giro)
Risultato Gara 2: 5°/ distanza dal 1° classificato: 0:19.766 /Giro più veloce Gara 2: 1:59.351 (al 3° giro)

“Non è stato proprio un week end positivo. Alla partenza di Gara 1 non mi sentivo a mio agio con l’anteriore e ho fatto un grande errore cercando di superare gli avversari che mi precedevano alla fine del lungo rettilineo. Poi ho potuto tenere un buon ritmo e migliorare fino al secondo posto. Ho pensato di poter tenere la posizione fino alla fine della gara, ma sfortunatamente ho preso un folle tra terza e seconda, e così ho concluso in terza posizione. In Gara 2, sulla scorta dell’esperienza con il 16,5”, ho montato un pneumatico più duro all’anteriore, ma con il pneumatico da 17” il risultato non è stato quello che mi aspettavo. Ho perso grip e non riuscivo a guidare la moto. Ho tentato finché ho potuto poi, ho preferito non rischiare. La spalla non mi ha fatto male, però alla fine non avevo più forza nelle braccia e non ho voluto forzare. Ora guardo avanti alla prossima gara di Assen, dove saremo sicuramente più a posto. Voglio congratularmi con Chaz che ha guidato magnificamente!”.

Andrea Buzzoni (General Manager BMW Motorrad WSBK):

“Un week end davvero straordinario. Tutti i membri del Team negli ultimi sei mesi hanno lavorato giorno e notte, i ragazzi a Monaco e a Bologna si sono impegnati al massimo e questo è il loro miglior premio. Il risultato rende giusto merito alla grande passione e al senso di responsabilità che hanno messo nel loro lavoro.

Chaz ha dato una forte dimostrazione del suo talento e, con due gare perfette, ha dimostrato di essere un pilota già maturo e pronto per essere tra i protagonisti della stagione. Ha ripagato la fiducia che abbiamo riposto in lui, ed ha dimostrato di essere una persona e un pilota eccezionale. Marco nonostante un sabato difficile ha fatto un’ottima Gara 1 e, se non fosse stato per i due piccoli inconvenienti, avrebbe potuto combattere per la vittoria. In Gara 2 la scelta sbagliata del pneumatico anteriore non gli ha consentito di essere tra i protagonisti. Ha comunque limitato i danni raccogliendo punti importanti per il campionato. Il week end ha visto anche l’esordio della nuova BMW HP4 equipaggiata con il DDC nel Campionato Superstock. Grazie al lavoro di sviluppo che il team ha portato avanti negli ultimi tre mesi BMW ha scritto un importante capitolo nella storia del motociclismo: è la prima moto a vincere con un innovativo sistema di sospensioni elettroniche. Complimenti al Team e ai colleghi di Monaco per lo sviluppo e a  Sylvain che ha saputo interpretare al meglio questa nuova tecnologia: Sylvain ha infatti dominato l’intero week end dalle libere alla gara di questa mattina”.

Stephan Fischer (Direttore Tecnico BMW Motorrad Motorsport):

“É un giorno fantastico per BMW. Stiamo riscuotendo i premi del nostro lavoro di sviluppo con la RR e con la BMW HP4. La ciliegina sulla torta è stata certamente la doppia vittoria di Chaz nella classe regina, la World Superbike. Dopo Gara 1 si poteva dire che la fortuna aveva contribuito in parte, e, infatti, nelle gare ne hai bisogno. Ma in Gara 2 Chaz ha dimostrato in maniera inequivocabile di aver dominato. In tutto il week end ha guidato costantemente con ritmo, ha fatto giri veloci e la moto si adattava perfettamente al suo stile. Il team di sviluppo ha fornito delle basi eccellenti e il race team in pista è riuscito a fornire a Chaz quello di cui aveva bisogno trovando il giusto set up velocemente. È davvero un risultato fantastico per tutti noi. Marco ha avuto alcune difficoltà, ma siamo certi che tornerà ad essere forte prestissimo. In Superstock la nuova BMW HP4 ha dimostrato il suo potenziale. Nel week end Sylvain ha stabilito costantemente il miglior tempo e infine ha vinto. Grazie al nuovo sistema di sospensioni elettroniche e al duro lavoro del team abbiamo gettato le basi per un grande successo nella FIM Superstock 1000 Cup”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©