Cronaca / Sesso

Commenta Stampa

Il traffico è stato interrotto dai Carabinieri

13enne friulana vendeva MMS porno in cambio di piccoli regali


13enne friulana vendeva MMS porno in cambio di piccoli regali
14/04/2010, 09:04

UDINE - Una vasta operazione, condotta dai Carabinieri di Tolmezzo e dal Comando Provinciale di Udine, ha posto fine ad un traffico di MMS pornografici di una ragazza 13enne del Friuli, col l'iscrizione nel registro degli indagati di 34 persone, di cui 29 minorenni. Secondo quanto ricostruito dai militari dell'Arma, la presenza dell'indagine di tanti minorenni dipende dal fatto che la 13enne in questione si è proposta inizialmente ai suoi compagni di classe: foto e brevi video di se stessa, nuda, fatti col telefonino, in cambio di piccoli regali e ricariche telefoniche. Il traffico iniziò al principio della scorsa estate, ed è proseguito e si è allargato sempre di più, perchè in questi casi il passaparola conta.
La cosa interessante è che nessuno dei genitori dei ragazzi coinvolti si aspettava una cosa del genere, nè aveva avuto alcun sospetto. Quando i Carabinieri si sono presentati nelle rispettive case, con i mandati di perquisizione, anche informatica, sono caduti dalle nuvole, dimostrando di ignorare cosa i propri figli avessero memorizzato nel telefonino. Naturalmente la ragazza, essendo sotto i 14 anni non è imputabile. Tutti gli altri indagati invece sono accusati di produzione e detenzione di materiale pedopornografico. Ma non è detto che sia finita qui. Infatti al momento i Carabinieri non escludono che ci possano essere state anche "offerte" reali e non virtuali. In pratica, che la ragazza si prostituisse, anche se per iniziativa personale.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©