Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Possibile caso di omofobia

14enne si suicida. Disagio per le preferenze sessuali


14enne si suicida. Disagio per le preferenze sessuali
13/08/2013, 20:28

Istigazione al suicidio e' il reato per il quale procede la procura di Roma nell'ambito dell'inchiesta per la morte del 14enne che nella notte tra mercoledi' e giovedi' scorso si e' tolto la vita nel quartiere San Basilio di Roma lanciandosi nel vuoto dall'altezza di cinque piani dal terrazzo condominiale della palazzina dove abitava insieme ai genitori. Probabile caso di omofobia.

Il procuratore aggiunto, Pier Filippo Laviani, ha delegato gli investigatori della squadra mobile della capitale del commissariato San Basilio di ascoltare alcuni amici del ragazzo che potrebbero fornire elementi utili all'inchiesta.

In particolare saranno sentiti i 12 amici, in prevalenza ragazzine, che il 14enne ha indicato nella lettera inserita in una pen-drive prima di suicidarsi e che dovevano essere messi a conoscenza dell'estremo gesto.

 "Quella sera abbiamo visto la televisione insieme - ha detto il padre del ragazzo, un impiegato pubblico - siamo stati davanti alla tv fino all'1,30 del mattino e poi dopo la buonanotte siamo andati a dormire".
 
Secondo quanto emerso finora il ragazzo non ha mai fatto cenno, almeno nella lettera, a episodi di bullismo subiti per le proprie preferenze sessuali. Nel testo si farebbe solo riferimento a un disagio psicologico sull'incertezza della strada da percorrere nella vita.

Commenta Stampa
di Flavia Stefanelli
Riproduzione riservata ©