Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

16enne tenta di estorcere 100€ alla madre mentre punta il coltello sul fratellino di due anni


16enne tenta di estorcere 100€ alla madre mentre punta il coltello sul fratellino di due anni
26/05/2009, 08:05

 E. M., 16enne, già con pregiudizi di Polizia, non ha esitato a puntare, contro il fratellino di due anni, un coltello da cucina minacciando di ucciderlo qualora i genitori non gli avessero consegnato 100 euro e le chiavi dell’ auto.
Ieri, nella notte, gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale in collaborazione con personale del Commissariato di Polizia di Poggioreale, sono intervenuti in via Brecce S. Erasmo a seguito di una richiesta d’aiuto giunta al 113.
I poliziotti giunti sul posto, hanno notato E.M. in strada, mentre era accerchiato da diverse persone in evidente stato di agitazione.
Accompagnato il ragazzo presso la sua abitazione, per capire cosa fosse successo, gli agenti hanno ascoltato la madre che, ancora scossa e dolorante per le aggressioni subite dal figlio, era stata malmenata poiché era intervenuta in difesa dell’ altra figlia 12enne che stava subendo violente percosse dal fratello, senza voler denunciare l’ accaduto.
Dopo circa due ore, gli agenti sono ritornati in via Brecce a S. Erasmo, dove alcune persone, sentendo delle grida d’ aiuto provenire sempre dalla abitazione di E.M., avevano nuovamente chiamato il 113.
I poliziotti, giunti nell’ abitazione da dove provenivano le urla, approfittando che la porta d’ingresso fosse socchiusa, sono entrati nell’appartamento, sorprendendo, in camera da letto, E.M. con il fratellino di 2 anni.
Il giovane, impugnando un grosso coltello da cucina, non ha esitato a minacciare di morte il fratellino, puntandogli il coltello alla gola, qualora la madre non avesse ottemperato a consegnargli i soldi e le chiavi dell’ auto.
Accortosi dell’ arrivo della Polizia, E.M. ha tentato di nascondere il coltello nel letto, sotto le lenzuola.
In quel frangente, la mamma ne ha approfittato per strappargli dalle braccia il piccolo, consentendo ai poliziotti di bloccarlo e disarmarlo.
Gli agenti hanno accertato che E.M. già da diversi mesi minacciava ed aggrediva la madre tanto che, in uno degli ultimi episodi, la donna è stata costretta a ricorrere alla cure ospedaliere per le ferite causategli dal figlio.
La Polizia ha arrestato E.M. conducendolo presso il C.P.A. dei Colli Aminei.
Il coltello è stato sequestrato.
 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©