Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

I carabinieri ritengono si sia trattato di un'esecuzione

17enne sparato a Roma, i medici: "E' clinicamente morto"

Federico aveva precedenti per furto e droga

17enne sparato a Roma, i medici: 'E' clinicamente morto'
09/01/2014, 17:38

ROMA - E’ stato dichiarato clinicamente morto Federico, il ragazzo di 17 anni che due giorni fa è stato sparato con due colpi di pistola alla testa in strada, in via Villabate a Tor Bella Monaca, alla periferia di Roma, rimanendo mortalmente ferito. Federico non aveva documenti con sé, né il cellulare. E non aveva con sé neanche i 500 euro con cui era uscito, troppi soldi per un ragazzo della sua età, tanti da far pensare che non si è trattato di una rapina finita male, ma di una vicenda che ha a che fare col mondo della droga. Secondo i carabinieri del Nucleo investigativo di Frascati, che si stanno occupando del caso, alla base dell’agguato ci sarebbe infatti una guerra tra pusher e pare che quella di Federico sia stata una vera e propria esecuzione. Ad avvalorare questa tesi c’è anche il passato del padre del giovane, attualmente in carcere con l’accusa di traffico internazionale di stupefacenti. Il giovane, inoltre, aveva precedenti per furto e droga. Ma ora Federico è stato dichiarato dai medici clinicamente morto e si valuta l’espianto degli organi.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©