Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

23enne affiliato al clan Papale- Di Gioia arrestato a Torre del Greco


23enne affiliato al clan Papale- Di Gioia arrestato a Torre del Greco
30/06/2012, 12:06

Era attrezzatissimo di tutto e non si faceva mancare proprio nulla un pregiudicato di 23 anni che, benché la giovane età è considerato elemento di spicco del Clan Papale- Di Gioia, arrestato dagli agenti del Commissariato di P.S. “Torre del Greco”.

I poliziotti, al termine di articolate indagini, nel pomeriggio di ieri, sono riusciti ad incastrare il giovane, conosciuto come “O’ Figl e Stecchino”, documentando con un sopralluogo fotografico, i luoghi ove aveva occultato quanto poi è stato sequestrato.

Al suo attivo il 23enne registra precedenti per associazione per delinquere, tentato omicidio, estorsione ed altro.

Nell’androne dello stabile ove abita con la famiglia, in Via Che Mena a S. Croce, in un vano aperto, gli agenti hanno rinvenuto e sequestrato: un rilevatore di frequenze per microspie, 29 cartucce di vario calibro ed un bilancino di precisione.

Nel vano riservato ai contatori dell’ENEL, invece, i poliziotti hanno rinvenuto: un nottolino serratura, un coltello da cucina di grosse dimensioni ed un rotolo di scotch trasparente.

In una cassetta della TELECOM, di cui il giovane era in possesso della chiave per l’apertura, gli agenti hanno rinvenuto e sequestrato una pistola semiautomatica cal.9x21, marca Tanfoglio, con matricola abrasa e completa di caricatore con 5 cartucce al suo interno, di cui una camerata.

Nell’abitazione del 23enne i poliziotti hanno rinvenuto e sequestrato, all’interno di un suo giubbotto riposto nell’armadio, la chiave per l’apertura della serratura della cassetta TELECOM, 3 banconote da €.50,00 false, un foglio manoscritto ove erano annotati nomi e cifre.

Inoltre, all’interno di un contenitore per farmaci, sono state rinvenute 4 buste contenenti sostanza da taglio per la droga.

Il giovane, poco più tardi della perquisizione nella sua abitazione, è stato arrestato e condotto al carcere di Poggioreale.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©