Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il sindaco di Mogliano Veneto non pone alcun veto

25 aprile, "Nessun divieto per Bella ciao"


25 aprile, 'Nessun divieto per Bella ciao'
21/04/2010, 19:04

MOGLIANO VENETO (TV)  – Non si è fatta attendere la replica del sindaco di Mogliano Veneto Giovanni Azzolini dopo la notizia comparsa oggi sul quotidiano" La Tribuna di Treviso". Il primo cittadino ha smentito la polemica con l’associazione nazionale partigiani. “E’ una notizia infondata – ha detto il sindaco Azzolini -   Non c’è nessuna polemica con l’Anpi, a Mogliano la banda cittadina non ha mai suonato il brano 'Bella ciao'. Se l’associazione nazionale partigiani lo richiede formalmente, per ricordare i partigiani caduti durante la resistenza, non pongo alcun veto, tanto più che, anche se giovane, sono da anni associato Anpi!”.
“Non vedo alcun problema nel suonare la canzone del Piave – ha aggiunto il primo cittadino -  che celebra la vittoria italiana durante la 1° Guerra Mondiale, durante le cerimonie del 25 aprile. E’ un brano popolare e conosciuto che la banda ha sempre suonato. Non vedo alcun problema soprattutto per Mogliano che, più di altri luoghi, ha vissuto da vicino tali vicissitudini, avendo ospitato a lungo la sede della 3° armata e che ne ospita, nella sala consiliare lo storico labaro. Mi piacerebbe ricordare – conclude Azzolini - che per noi di queste terre il 25 aprile è anche la festa di San Marco, Patrono dei Veneti”.

Commenta Stampa
di Antonella Losapio
Riproduzione riservata ©