Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

4 denunce per Contrabbando di Alcol e frode Fiscale: conclusa l’operazione “kontrabanda”


4 denunce per Contrabbando di Alcol e frode Fiscale: conclusa l’operazione “kontrabanda”
26/01/2012, 13:01

I finanzieri del comando provinciale della guardia di finanza di napoli hanno dato l’avvio ad una vasta operazione, denominata “kontrabanda”, nel napoletano e nel casertano, che ha disvelato un’imponente frode fiscale collegata al contrabbando di alcol.

L’indagine ha permesso di accertare la commercializzazione in contrabbando di oltre 265 mila litri di prodotti alcolici, provocando un danno al fisco quantificato in 23 milioni di euro.

Il gruppo imprenditoriale, leader del settore e considerato nell’ambiente il più importante operatore del centro-sud ed uno dei più importanti su scala nazionale nonché particolarmente specializzato nell’import-export di prodotti alcolici, ha attuato un articolato sistema di frode attraverso:
- Il ricorso a società e depositi fiscali che gli hanno ceduto migliaia di litri di alcol in totale evasione di imposta, che il gruppo societario ha poi rivenduto “in nero”;
- Società fittizie (cd “cartiere”) disposte a sostituirsi, solo cartolarmente, nelle operazioni di vendita del prodotto alcolico;
- Soggetti economici italiani (vettori), i quali effettuavano i trasposti con documentazione fittizia ovvero in completa assenza della stessa, partecipando al disegno criminoso.
Grazie anche allo strumento delle indagini finanziarie si e’ potuto ricostruire l’ingente ed illecito volume di affari, constatando l’evasione delle imposte dirette per 18 milioni di euro, di accise per 5 milioni di euro nonche’ il riciclaggio di denaro, per circa 610 mila euro, frutto di versamenti in contanti sui conti personali dei soci, di parte dei proventi illeciti derivanti dai singoli episodi di contrabbando.
In sede di accesso presso la sede operativa casertana del gruppo societario sono state, inoltre, sottoposte a sequestro circa 22 mila bottiglie di vodka ed altre bevande alcoliche, pronte ad essere immesse sul mercato in contrabbando. Tali quantita’ si aggiungono agli oltre 265 mila litri di prodotto che gli investigatori, attraverso la loro meticolosa opera di ricostruzione, hanno accertato essere stati gia’ commercializzati “in nero”.
Due persone sono state denunciate alla procura della repubblica di santa maria capua vetere per violazioni al testo unico delle accise (contrabbando di alcol) ed una terza e’ stata segnalata alla dda di napoli per il reato di riciclaggio.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©