Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

42enne somalo arrestato per tentata estorsione


42enne somalo arrestato per tentata estorsione
24/02/2012, 17:02

Ieri pomeriggio, gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale della Questura di Napoli, hanno arrestato il pregiudicato Aziz Ganji, 41enne, cittadino somalo, domiciliato a Napoli, per il reato di tentata estorsione aggravata in concorso con due persone non ancora identificate. Lo straniero è stato anche denunciato in stato di libertà per soggiorno illegale sul territorio nazionale e porto illegale di coltello fuori dall’abitazione senza giustificato motivo.

L’arresto è avvenuto verso le 15.00, presso un negozio di mobili di Piazza Enrico de Nicola dove i poliziotti erano intervenuti per una richiesta d’aiuto fatta dal titolare dell’esercizio all’operatore del 113.

Lo scorso 13 febbraio, il cittadino somalo, aveva acquistato una rete metallica ed un materasso per l’importo di 100 euro. Quanto pagato gli era stato poi consegnato presso il proprio domicilio di Vico Lungo a Carbonara. Ieri pomeriggio, l’uomo si era però ripresentato dal rivenditore in compagnia di due persone, probabilmente sue connazionali, e con tono minaccioso ed arrogante aveva chiesto la sostituzione della merce precedentemente acquistata con due reti singole. Spaventato dallo stato di agitazione del somalo e dei suoi due accompagnatori, il titolare del negozio si è subito reso disponibile al cambio, spiegando però che il tutto avrebbe comportato l’aumento del prezzo da pagare di 50 euro in quanto due reti singole costavano di più di una matrimoniale. A questo punto Ganji è andato su tutte le furie ed ha estratto dalla tasca un coltello da cucina e lo ha puntato al torace della vittima. Supportato dai complici, anch’essi armatisi di coltello, il somalo ha reiterato la richiesta del cambio con l’aggiunta di non voler pagare la differenza e pretendendo anche il trasporto sino a casa sua.

Terrorizzato dalla situazione, la vittima delle minacce, con uno stratagemma, è riuscita ad allontanarsi e ad avvisare il 113.

Arrivati immediatamente sul posto, i poliziotti hanno quindi individuato Aziz Ganji e lo hanno subito arrestato. L’uomo aveva ancora in tasca il coltello utilizzato per minacciare il negoziante. I due complici erano nel frattempo riusciti ad allontanarsi prima del loro arrivo. Da successivi accertamenti è poi emerso che il 26 novembre del 2010, Ganji era stato già arrestato a Roma per spaccio di sostanze stupefacenti ed a suo carico risultava un provvedimento di espulsione amministrativa ancora non eseguito.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©