Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

Uomo ucciso a Vibo Valentia. Probabile sfondo malavitoso

45enne massacrato dinanzi alle sue figlie


45enne massacrato dinanzi alle sue figlie
12/03/2010, 19:03

VIBO VALENTIA - Massacrato a colpi d’arma da fuoco alla presenza delle due figlie., Michele Palumbo, perito assicurativo di 45 anni, è stato ucciso nella tarda serata di ieri in un agguato a Longobardi, frazione di Vibo Valentia. L’uomo, incensurato, stava rientrando a casa con le due figlie di 15 e 16 anni. Ad attenderlo dinanzi il portone d’ingresso, c’erano due  sicari che non hanno esitato a massacrarlo davanti  agli occhi delle due ragazzine. Il gruppo di fuoco è entrato in azione nel momento in cui il perito, dopo avere parcheggiato la sua automobile nel cortile di casa, è sceso dalla vettura insieme alle due figlie. Dieci i colpi uditi dal vicinato. Confermati anche dagli inquirenti. Michele Palumbo è morto sul colpo. Illese le sue due figlie, almeno fisicamente.  Le ragazze sono tuttora sconvolte dalla scena. La prima ad accorrere sul posto dopo gli spari, a la moglie di Palumbo che da casa ha sentito i colpi di pistola e si è precipitata in strada. Sull'omicidio ora indaga la Squadra mobile di Vibo Valentia. Quanto al movente dell'agguato, non si esclude, al momento, alcuna ipotesi. Probabile si tratti di un regolamento di conti per motivi legati all'attività professionale di Palumbo. Non è escluso, quindi, che ci sia anche la mano della n'drangheta.

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©