Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Indiziato il convivente alcolista

47 enne uccisa dalle percosse


47 enne uccisa dalle percosse
18/08/2010, 20:08

PISA – Nella periferia di Pisa, in un quartiere popolare è morta una donna di 47 anni, Cesarina Boniotti, a causa delle percosse subite. L’autopsia è già avvenuta a Firenze. Secondo i carabinieri l’omicida è il convivente Graziano Santus, di 50 anni originario di Cagliari, che fermato, continua a dichiararsi innocente. Lunedì quando ha telefonato al 118, l’uomo ha raccontato di averla trovata già morta con lividi ed ematomi al suo rientro a casa.
La donna originaria di Brescia, era conosciuta da tutti con l’appellativo di "Monica". I due vivevano insieme da circa 15 anni, senza un lavoro fisso e con problemi di alcool.
Secondo la vicina del piano di sotto, i due litigavano spesso e non la facevano dormire; mentre un’altra vicina l’ha vista per l’ultima volta sabato e non ha udito più nulla. Altri ancora raccontano che Monica riferiva che il convivente la picchiava.
Sulla vicenda sta indagando il Pm Aldo Mantovano, per adesso l’indiziato principale è Graziano Santus, che ha fornito versioni contrastanti, anche se il suo avvocato Luca Romeo, assicura che il suo cliente ha trovato il corpo della vittima lunedì mattina. Per adesso l’indiziato è in stato di fermo e l’interrogatorio di garanzia è fissato per venerdì. Per i carabinieri, l’ipotesi più verosimile è che di notte il sardo ubriaco abbia ucciso la donna e al mattino al risveglio abbia trovato il cadavere, senza rendersi conto di ciò che aveva fatto.

Commenta Stampa
di Dario Palladino
Riproduzione riservata ©