Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

8 marzo, Coisp a Berlusconi: Faccia un vero regalo, si dimetta


8 marzo, Coisp a Berlusconi: Faccia un vero regalo, si dimetta
08/03/2011, 10:03

“Già questo Paese pullula di poveracci che non riescono ad arrivare alla fine del mese… C’è rimasto un solo nababbo, il nostro amato premier e noi non possiamo permettere che spenda tutto e finisca sul lastrico pure lui nell’occasione della sua festa preferita… quella della Donna!!! Lo salveremo con un’idea semplice quanto geniale… Un unico, colossale, meraviglioso, irresistibile, ineguagliabile regalo, quello di cui nessuna può fare a meno per migliorare la propria vita… le sue dimissioni!!!!!!”.
E’ l’invito che, tra il serio e il faceto, Franco Maccari, Segretario Generale del Coisp, Sindacato Indipendente di Polizia, rivolge al Presidente del Consiglio dei Ministri, Silvio Berlusconi, alla vigilia dell’8 marzo, Festa della Donna.
“Caro Premier - aggiunge Maccari -, ci dia retta, non è più tempo della vetusta mimosa, e poi dica un po’, ma quanto le costerebbe mandarne un rametto a tuuuuutte le sue amiche? Nipoti di presidenti, orfanelle e poverelle varie, igieniste dentali, ministre, coloradine, meteorite, olgettine, bungarelle, e così via… E’ molto, ma molto meglio che lei dia le dimissioni, perché così tutte le donne italiane le diranno grazie, e non solo quel qualche migliaio che invita ai suoi incontri letterari nelle sue ville!”.
“Tutte saranno veramente felici - conclude il leader del Coisp -, in particolar modo le poliziotte che purtroppo ha mortificato non invitandole alle sue feste speciali, ma facendo mettere in quell’occasione a qualcun altro le loro divise; che non ha aiutato, come fa con tante persone che hanno bisogno perché lei dice di aver un grande e buon cuore; cui non ha garantito un trattamento lavorativo dignitoso ma tutto il contrario, con l’azione vergognosa del suo Governo”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©