Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

A Bagnoli nasce la "Bottega del Sociale"


A Bagnoli nasce la 'Bottega del Sociale'
04/11/2009, 16:11


NAPOLI - Un’attività a trecentosessanta gradi, caratterizzata da una fortissima attenzione alle persone, alle famiglie, nasce così la “Bottega del sociale” di Bagnoli, servizio per le famiglie. Luogo in cui costruire una risposta adeguata alle esigenze delle famiglie del territorio, disagiate e non. Ma fare anche rete con i servizi che operano con il quartiere già da tempo. Artefice del progetto l’Assessorato alle politiche giovanili del Comune di Napoli, che ha accolto l’iniziativa della cooperativa sociale “Dafne” capofila, e le associazioni “La seconda ombra” e “Jolibà”. Alla presentazione questa mattina hanno partecipato la Consigliera regionale della Sinistra Antonella Cammardella, già presidente della circoscrizione Bagnoli – Fuorigrotta per dieci anni, e Luca Simeone, vicepresidente della X Municipalità.
La Bottega lavorerà su tre segmenti di intervento: ascolto e consulenza psicologica alle famiglie, percorsi psicoeducativi ai bambini delle scuole e un laboratorio del gioco, al quale si unisce un progetto nel progetto che educa alla multiculturalità.
“Una scommessa lanciata su questo centro” afferma Antonella Cammardella “come impostazione culturale e istituzionale che sta dando i suoi frutti nel tempo. Spesso i progetti sono astratti e non corrispondono alle reali esigenze del territorio; questo progetto, invece, fornisce una lettura della realtà e dà la possibilità a Bagnoli, città in continua trasformazione, di sentire le istituzioni vicine, ecco perché è importante che questa “bottega”, luogo del fare per eccellenza, resti un progetto continuativo e del quale apprezzare la qualità”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©