Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

La donna a Chieti uccisa a colpi di pietra

A Chieti e Brescia altri due "femminicidi"


A Chieti e Brescia altri due 'femminicidi'
29/11/2019, 15:48

TORINO DI SANGRO (CHIETI) - Ancora due "femminicidi", come vengono chiamati con un terrime grammaticalmente orribile, sono avvenuti oggi. 

Il primo a Torino di Sangro, in provincia di CHieti. DOve un uomo di 68 anni ha aggredito in mezzo alla strada la moglie, prendendola prima a pugni, fino a farla cadere a terra. Poi ha preso una pietra e l'ha colpita ripetutamente uccidendola. Ne dà notizia il quotidiano "Il Centro", riportando anche che l'uomo soffriva di disturbi psichici. 

Omicidio-suicidio invece ad Azzola Mella, in provincia di Brescia. Qui l'uomo, un 32enne, ha ucciso la compagna, di 46 anni, con cui aveva una relazione da tempo. L'ha uccisa nelle campagne della Bassa bresciana e ha abbandonato lì il corpo. Poi è tornato in città e si è impiccato ad un albero. Il suo corpo è stato il primo ad essere scoperto. Rapidamente identificato, sono iniziate le indagini per capire il perchè del gesto. E si è scoperto che aveva un profilo su Facebook in cui aveva detto ad una amica della sua intenzione di ammazzare la compagna. Per questo poi sono partite le indagini per trovare la donna. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©