Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Napolitano: "L'Unione europea segua la via delle riforme"

A Firenze il festival dell'Europa

Nell'anniversario della dichiarazione di Schuman

A Firenze il festival dell'Europa
09/05/2013, 10:16

FIRENZE – Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha lanciato un messaggio oggi alla conferenza organizzata dall'Istituto universitario europeo di Firenze in occasione dell'anniversario della dichiarazione di Schuman, quando l'allora ministro degli Esteri francese il 9 maggio 1950 proponeva la creazione di una Comunità europea del carbone e dell'acciaio, premessa dell'Unione europea. “L'Europa deve proseguire sulla via delle riforme e dell'effettivo sollecito avvio di indispensabili politiche comuni a sostegno della ripresa dell'economia e dell'occupazione” è stato il monito del Capo dello Stato. “L'Italia non mancherà di dare il proprio convinto e forte contributo alla prospettiva dell'Unità politica europea secondo l'originale ispirazione federalista che la caratterizza”.

 

Attenzione centrata sui temi delle migrazioni e della cittadinanza europea, ma anche delle istituzioni, della governance, della democrazia e della partecipazione politica in Europa per l'Edizione 2013 del convegno intitolato “The State of the Union”. Al Festival dell'Europa, presenti il presidente della Commissione europea Josè Manuel Barroso, la presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini, il ministro degli Esteri Emma Bonino, la commissaria Ue agli Affari interni Cecilia Malmstrom, il presidente della Bulgaria Rosen Plevneliev e il ministro degli Interni bulgaro Manuel Valls. Nell'incontro si è parlato anche di integrazione e di multiculturalismo. In particolare, Cecilia Malmstrom ha apprezzato la proposta del ministro dell'Integrazione in Italia Cecile Kyenge sull'introduzione della cittadinanza per coloro che sono nati nel nostro Paese. “L'esperienza dimostra che concedere la cittadinanza ai migranti di seconda generazione limita il rischio di dscriminazione e previene possibili conflitto sociali” ha affermato il commissario Ue.
A fare il padrone di casa, il sindaco di Firenze Matteo Renzi, che ha salutato con gioia l'evento. “Per la mia generazione, l'Europa è stata l'Europa dell'Erasmus e dell'Interrail. Per i miei figli spero che sia realmente il luogo degli Stati Uniti d'Europa”. A Palazzo Vecchio, sede del Comune, il primo cittadino ha voluto lanciare un messaggio di speranza: “L'Europa deve essere una speranza, deve contribuire a farci cambiare prospettiva, deve tornare a essere una grande opportunità. L'Unione deve quindi davvero diventare gli Stati Uniti d'Europa”.


Commenta Stampa
di Emanuele De Lucia
Riproduzione riservata ©