Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Si tratterebbe di incendi dolosi, secondo la polizia

A Gela 198 auto incendiate in un anno. Record in Italia

L'ultimo è avvenuto a piazza Dante Alighieri la scorsa notte

A Gela 198 auto incendiate in un anno. Record in Italia
17/12/2012, 20:15

GELA (CALTANISSETTA) - E' stato un incendio doloso quello che ha distrutto la scorsa notte a Gela un'automobile appartenente a un disoccupato romeno di 33 anni. L'auto era stata parcheggiata in piazza Dante Alighieri nel quartiere "Ospizio" e si tratta della 198esima vettura incendiata dall'inizio dell'anno a Gela. In pratica una media di 17 automobili al mese date alle fiamme. Si tratterebbe di 2,6 auto per 1000 abitanti, un record forse unico in Italia. Per il dirigente del Commissariato di polizia di Gela, Gaetano Cravana, si tratta di "un modo tribale di farsi giustizia con le proprie mani per vendicare presunti torti subiti".
La scorsa notte, dopo l'allarme sono intervenuti i vigili del fuoco a domare l'incendio. La polizia ha avviato le indagini e si è arrivati al sospetto di incendio doloso. Un incendio che sarebbe stato la causa scatenante di una spedizione punitiva contro il presunto autore, conclusasi con un ferito, un arresto e due denunce a piede libero. L'arrestato è un imprenditore di 20 anni, Carmelo Davide Cavaterra, che con il suocero gestisce alcune macchine per la distribuzione automatica di merendine e bibite nelle scuole. La sua ditta negli ultimi tempi aveva subìto dei furti. Identificato il presunto ladro, Cavaterra lo avrebbe redarguito con fermezza minacciandolo di denuncia. La notte successiva alle minacce, il padre dell'imprenditore, un pasticcere ha subìto l'incendio della sua automobile. Carmelo Cavaterra si è così vendicato raggiungendo l'abitazione del presunto ladro e pestandolo a sangue in un garage. Dopo essersi recato in ospedale con una frattura al naso, il giovane ha denunciato l'accaduto alla polizia, che ha arrestato Cavaterra per lesioni gravi e violenza privata.

Commenta Stampa
di Emanuele De Lucia
Riproduzione riservata ©