Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

A GENOVA SUI PULLMAN NON CI SARA' LA CAMPAGNA PRO-ATEI


A GENOVA SUI PULLMAN NON CI SARA' LA CAMPAGNA PRO-ATEI
16/01/2009, 17:01

Contro-ordine, da parte della IGPDecaux, la concessionaria della pubblicità per quanto riguarda gli autobus di Genova. Infatti la società ha rifiutato, all'improvviso, di ospitare la pubblicità degli atei "La buona notizia è che Dio non esiste. Quella buona è che non ne hai bisogno". L'UAAR (Unione degli Atei o degli Agnostici Razionalisti) ha vivamente protestato, facendo notare come quotidianamente sugli autobus si veda ogni tipo di pubblicità, mentre viene impedito ad atei ed agnostici di esprimere la loro voce.

Effettivamente, chiunque osi parlare di ateismo in termini che non siano dispregiativi (o al contrario, della Chiesa in termini che non siano elogiativi) non ha diritto di parola in Italia, in violazione della Costituzione. E si è visto anche nel periodo natalizio, quando - durante una puntata della trasmissione "Cominciamo bene", che viene trasmessala mattina su RAI3 - l'astrofisica Margherita Hack fu bruscamente censurata dai conduttori perchè aveva criticato l'attività del Vaticano, che è effettivamente poco pastorale.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©