Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Intanto si prepara nuovo spot per il premier a Natale

A L'Aquila Consiglio Comunale tra le macerie


A L'Aquila Consiglio Comunale tra le macerie
09/12/2009, 17:12

L'AQUILA - Sede insolita per il Consiglio Comunale che si è tenuto oggi a L'Aquila. Cioè davanti al Municipio, inagibile dallo scorso 6 aprile, quando una forte scossa di terremoto devastò la città e i comuni limitrofi. E a distanza di 8 mesi, il sindaco Massimo Cialente ha voluto mostrare a tutti le condizioni in cui si lavora. L'argomento su cui Cialente ha più insistito è stato il fatto che nella Finanziaria non è stata prevista, come promesso dal governo e da Bertolaso, la sospensione delle tasse del 2010 nè di quelle del 2009, già rinviate a causa del sisma. "E' un momento difficile per la nostra città che si gioca la sua sopravvivenza nella situazione contributiva. Io credo - ha detto il primo cittadino del capoluogo abruzzese - che sia troppo tardi per mettere le mani sulla finanziaria anche se a tale proposito un ricorso sarebbe opportuno. Le possibilitàsono due: o un decreto ad hoc per Abruzzo, Campania e Sicilia o il mille proroghe. C'é da capire se si può contare su fondi al di là dello scudo fiscale, ma il discorso è delicato perché al Parlamento anche se non viene detto ad alta voce sono in molti che pensano che per l'Abruzzo sia stato speso fin troppo. Dico a queste persone venite a vedere in che condizioni stiamo lavorando". Poi se l'è presa anche con Bertolaso: "C'é da chiedersi come sia possibile che appena convocata questa mobilitazione sulle tasse, Bertolaso con grandi spazi mediatici dice che le tasse non si pagheranno. Io gli ho subito telefonato chiedendo spiegazioni e lui mi ha parlato di un emendamento in finanziaria. Questo però non è vero, non c'é nessun emendamento, hanno imbrogliato anche Bertolaso". Inoltre CIalente ha manifestato perplessità sulla conferenza stampa convocata in tutta fretta alle 14 dalla Protezione Civile: "Probabilmente avranno chiesto a Bertolaso di organizzare la conferenza per spostare l'attenzione dalla nostra mobilitazione, di questi tempi si fa così".
A stretto giro di posta è giunta la risposta di Bertolaso: "Cialente ha perso una buona occasione per pensare e lavorare su altre cose. La norma che proroga la sospensione delle tasse sarà inserita nel decreto legge che sarà approvato entro la fine dell'anno. E' inutile tutto quello che è stato detto finora; se qualcuno ha bisogno di manifestare lo faccia e capisco anche che bisogna fare politica. Ma noi parliamo con i fatti. E i fatti sono che entro il 31 dicembre ci sarà il decreto con la sospensione delle tasse".
Intanto si prepara un nuovo spot per il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, per il quale si sta allestendo una cena della vigilia di Natale nella caserma di Coppitto con alcuni degli sfollati, e una messa nella Basilica di Collemaggio, che è stata restaurata a tempo di record e che sarà inaugurata proprio in quella occasione.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©