Cronaca / Nera

Commenta Stampa

Uccisa dalla camorra all'età di 11 anni

A Marano la strada intitolata a Simonetta Lamberti

Domani la ricorrenza del trentesimo anno dall'omicidio

.

A Marano la strada intitolata a Simonetta Lamberti
28/05/2012, 13:05

Trent’anni dall’omicidio della piccola Simonetta Lamberti, uccisa dalla camorra il 29 maggio del 1982 a Cava de Tirreni all’età di 11 anni nel corso di un attentato il cui obiettivo era suo padre, il giudice Alfonso Lamberti, procuratore di Sala Consilina con il quale stava tornando a casa dopo una giornata trascorsa al mare. La ricorrenza è stata occasione per presentare l’iniziativa dal tema “L’arcobaleno di Simonetta. Trent’anni dopo l’assassinio di Simonetta Lamberti” e, soprattutto, annunciare l’intitolazione di una strada a Marano che porterà appunto il suo nome. La via, scelta non a caso, è un'arteria che si interseca con quella intitolata al giudice Falcone. All’incontro, organizzato nella scuola media “Socrate” di Marano, hanno preso parte numerosi ed illustri esponenti del mondo della giustizia e della lotta alle mafie, oltre che a Salvatore Borsellino, fratello del giudice Paolo. C’erano Raffaele Cantone, consigliere della Suprema Corte di Cassazione, Federico Cafiero De Raho, Procuratore Capo della Dda di Napoli, Giovandomenico Lepore, ex Capo della Procura della Repubblica di Napoli, don Luigi Ciotti, presidente dell’associazione “Libera contro le mafie”, Diego Bouchè, direttore generale dell’Ufficio Scolastico della Regione Campania e, soprattutto, la sorella di Simonetta Lamberti, Simonetta Serena, che ha fortemente voluto l’intitolazione della strada a sua sorella ed il coinvolgimento nel progetto dei ragazzi delle scuole di Marano. Simonetta Lamberti è ricordata come la prima di una serie di bambini vittime innocenti, uccisi per caso, o per crudeltà, durante le guerre di camorra degli anni ’80. Alla sua memoria fu già intitolato, nel 1983, lo stadio di Cava de Tirreni e la biblioteca del Museo del Mare di Bagnoli.

Commenta Stampa
di Veronica Riefolo
Riproduzione riservata ©

Correlati