Cronaca / Sanità

Commenta Stampa

Una spesa per milioni di euro inutile

A Napoli 900 mila dosi di vaccino per l'influenza A non utilizzato


A Napoli 900 mila dosi di vaccino per l'influenza A non utilizzato
17/12/2009, 15:12

NAPOLI - Chi si ricorda dell'influenza suina? La grande e pericolosissima pandemia, per cui era necessaria la vaccinazioe di massa, altrimenti sarebbe stata una ecatombe? Con ogni giorno TV e giornali che scandivano il numero dei morti come se fosse stato un bollettino di guerra? Tutto sparito. Appena il governo italiano ha comprato i vaccini, spendendo alcune centinaia di milioni di euro, il pericolo è cessato. E allora si creano situazioni come quella di Napoli, dove sono state vaccinate circa 55 mila persone (a Napoli ci sono circa 2,7 milioni di abitanti) e ci sono 920 mila dosi di vaccino intatte e inutilizzate nei frigoriferi degli ospedali. Un vaccino che non verrà utilizzato, perchè ormai il tentativo di far scoppiare il panico tra la popolazione è fallito; chi l'ha avuta, ha visto che in genere dopo i primi 3-4 giorni, dove può capitare un po' di febbre alta, poi si sta bene; e gli altri stanno bene senza vaccino. E poi il vaccino è specifico: quello per l'influenza suina funziona solo con l'influenza suina.
Intanto però le industrie farmaceutiche hanno fatto affari d'oro, vendendo questi vaccini a mezzo mondo, a prezzi elevati, nonostante la loro completa inutilità. E a pagare, come sempre, sono i cittadini, truffati ed imbrogliati.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©