Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La segnalazione di Gennaro Capodanno

A Napoli metro, funicolari e bus come forni crematori


A Napoli metro,  funicolari e  bus  come forni crematori
17/07/2010, 15:07

Nel mirino dei viaggiatori e delle associazioni che li rappresentano le oramai endemiche deficienze partenopee nell’ambito del trasporto pubblico. “ Con il caldo torrido di questi giorni sia i mezzi su gomma, sia quelli su ferro, dove non sono stati previsti adeguati impianti di climatizzazione, si trasformano in una sorta di forni crematori, saune gratuite ma non gradite, per i passeggeri – afferma Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari – Con tanti milioni di euro spesi per rammodernare il settore negli ultimi lustri, si potevano pure installare nei vagoni sia delle funicolari sia del metrò collinare degli impianti di climatizzazione, o quanto meno cercare di studiare sistemi per favorire una migliore e più idonea circolazione dell’aria nelle vetture. Analogamente si poteva fare su tutti gli automezzi su gomma dell’ANM, pochi dei quali dotati di condizionatore, tenendo da conto che negli ultimi tempi la temperatura media estiva a Napoli è significativamente aumentata e che il tasso igrometrico nei vagoni è quasi sempre al livello di saturazione per la presenza di tante persone e l’assenza d’idonea ventilazione “.

“ In verità nei vagoni della Funicolare Centrale una sorta d’impianto di ventilazione esiste ( foto allegata ) – prosegue Capodanno -. Ma a fronte del notevole rumore prodotto dal suo funzionamento, i benefici, in termini di sollievo dall’afa e dal calore, appaiono ai viaggiatori quasi inesistenti “.

“ Non va meglio alle fermate degli autobus di linea, dove in molti casi mancano le pensiline – conclude Capodanno -. I viaggiatori sono così costretti a prendere una tintarella poco gradita, non avendo alcuna possibilità di ripararsi dai raggi del sole estivo durante le attese, allungatesi negli ultimi tempi anche a ragione del depotenziamento di alcune linee per sopperire alla carenza di personale, determinata dalla fruizione delle ferie, “.

Capodanno invita gli organi competenti ad intervenire per assicurare un maggior confort ai viaggiatori rispetto alle problematiche sollevate con particolare riferimento al periodo estivo.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©