Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

A NAPOLI NON DECOLLA LA DIFFERENZIATA, CAPODANNO: “ MEDICINALI SCADUTI LASCIATI PER STRADA “


A NAPOLI NON DECOLLA LA DIFFERENZIATA, CAPODANNO: “ MEDICINALI SCADUTI LASCIATI PER STRADA “
03/11/2008, 08:11

 

“ La raccolta differenziata a Napoli non decolla e la dimostrazione è sotto gli occhi di tutti con le campane per la raccolta della carta, del vetro, della plastica perennemente piene, senza che nessuno provveda per tempo a svuotarle – denuncia Gennaro Capodanno, ingegnere, presidente del Comitato Valori collinari – E se questo è già grave per i cosiddetti RSU, rifiuti solidi urbani, diventa micidiale per i RUP, i rifiuti urbani pericolosi, tra i quali vengono annoverati i medicinali scaduti “.
         “ Per tali prodotti – prosegue Capodanno - l’ASIA, l’Azienda Servizi Igiene Ambientale che opera a Napoli, nel suo ecovademecum, per pubblicizzare i modi con i quali attuare la raccolta differenziata, prevede che i farmaci, privi di confezione, vadano portati direttamente nei contenitori posizionati presso le farmacie “.
         “ Da un’analisi condotta presso le farmacie del Vomero è emerso invece che non tutte le farmacie sono datate di questi contenitori – puntualizza Capodanno -. Non solo ma l’aspetto più grave e che questi prodotti, nocivi per la salute umana, traboccano dai pochi contenitori presenti dal momento che nessuno evidentemente provvede per tempo a svuotarli, alla portata di tutti, adulti e bambini ( foto allegata ) “.
         “ Tutto ciò certamente contribuisce a creare ulteriore allarme, dal momento che stiamo parlando di rifiuti pericolosi e, potenzialmente, nocivi per la salute umana – conclude Capodanno -. Non solo quindi bisognerebbe potenziale il sistema di raccolta dei RUP ma anche provvedere periodicamente a svuotare gli appositi contenitori “.
         Sulla vicenda, che s’inserisce nel quadro più generale del mancato decollo della raccolta differenziata a Napoli, Capodanno chiede che vengano individuate tutte le responsabilità da parte degli organi competenti, con i provvedimenti del caso.
Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©