Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L'Atduc: "i suoli potranno tornare al Comune nel 2065"

"A Poggioreale nessuna truffa nei confronti del Comune"


'A Poggioreale nessuna truffa nei confronti del Comune'
25/02/2012, 19:02

Prosegue il tira e molla sulla vicenda che ha visto coinvolti il comune di Napoli e l’Atduc sulla delicata questione dei suoli del cimitero di Poggioreale. E’ in corso un’indagine della Guardia di Finanza e della Procura. Si è parlato di truffe in pieno stile Totò, ma l’Associazione di tutela dei diritti degli utenti cimiteriali ci ha tenuto a sottolineare e chiarire alcuni punti, tramite una nota diffusa nel pomeriggio di oggi: «In merito al dissequestro delle cappelle al cimitero di Poggioreale – avvenuto due giorni fa – dopo un’indagine della Guardia di Finanza e della Procura, ci teniamo a chiarire che è un paradosso parlare di truffa ai danni del Comune, poiché quei beni, ossia le cappelle gentilizie, nella migliore delle ipotesi passerebbero alla proprietà di Palazzo San Giacomo non prima del mese di febbraio 2065». Lo dichiara in una nota Vincenzo Ricciardi, presidente dell’Atduc (Associazione di tutela dei diritti degli utenti cimiteriali). «Il reato ipotizzato era di truffa in danno al Comune – continua Ricciardi – giacché essendo fatto divieto di vendere tra privati le cappelle, valeva esclusivamente la concessione dell’amministrazione comunale sul suolo affidato ai privati e detenuto per 99 anni. Com’è possibile, dunque, che il Comune si arroghi il diritto di modificare la natura giuridica dei suoli dati in concessione? L’Atduc chiede pertanto che i suoli mantengano la norma che prevede la cedibilità».

Commenta Stampa
di Valerio Esca
Riproduzione riservata ©