Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

A Pollena Trocchia l'annuale presepe vivente


A Pollena Trocchia l'annuale presepe vivente
05/01/2012, 17:01

Creatività, tradizione e amore per la propria terra si uniscono in un connubio fatto di arte e cultura per dare vita alla terza edizione del Presepe Vivente di Pollena Trocchia. La rappresentazione della Betlemme Vesuviana ad opera dell’associazione “Liberi Pensieri” patrocinata e sostenuta dal Comune di Pollena Trocchia avrà inizio domani (6 gennaio) e procederà fino a sabato (7 gennaio) nel centro storico di Pollena (dalle 19 alle 22). Oltre cento figuranti in abiti dell’antica Palestina animeranno venticinque scene lungo un percorso unico fatto di vicoli e cortili, aie e cantine, piazzette e palazzi d’epoca che hanno conservato intatte le proprie origini seicentesche. Per la prima volta in assoluto, quest’anno ad aprire la kermesse sarà una stella cometa vivente: una giovane vestita di luci danzerà lungo tutto il percorso per indicare la strada verso la Grotta ai re magi a cavallo. Una nota assolutamente originale e in tema con l’Epifania che mai prima d’ora aveva avuto luogo in un presepe vivente, quindi, per la cerimonia della consegna dei doni al Bambino Gesù. Il Presepe Vivente di Pollena Trocchia ha registrato l’anno scorso circa diecimila presenze in due sere: l’obiettivo di quest’anno è battere quel record. Il successo della kermesse, che si ispira ai canoni dell’arte presepiale napoletana settecentesca ed è interamente realizzata dai volontari di “Liberi Pensieri”, ha attirato l’attenzione dei tour operator tanto che quello di Pollena Trocchia è l’unico Presepe Vivente inserito tra le tappe di un pacchetto turistico. Fiore all’occhiello del calendario di iniziative culturali della zona, anche quest’anno la Betlemme Vesuviana ha ottenuto il patrocinio morale della Provincia di Napoli e del Parco Nazionale del Vesuvio. Nella cabina di regia c’è però un intero paese che partecipa attivamente all’allestimento delle scene. Alla buona riuscita della manifestazione contribuiscono artigiani, commercianti e imprenditori che, in veste di sponsors, sostengono l’associazione “Liberi Pensieri”. “Si tratta di un appuntamento importantissimo per il nostro territorio, come testimonia l’impegno costante di tutti che, per mesi e assieme a tante altre attività, riescono a dedicarsi a questa iniziativa e a realizzarla ormai da tre anni”, ha dichiarato il presidente di Liberi Pensieri, Giovanni Ognibene. “Il Presepe Vivente merita tutto il nostro sostegno non solo perché è un importante momento di aggregazione sociale e culturale, ma anche perché ci consente di valorizzare i tesori della nostra terra e in particolar modo il centro storico di Pollena con tutte le sue peculiarità”, ha invece detto il sindaco di Pollena Trocchia, Francesco Pinto, tra gli amministratori locali più attenti ai temi della cultura e del rilancio turistico. “La kermesse, che deve tutto all’impegno impagabile dell’associazione “Liberi Pensieri” attrae ogni anno qui a Pollena Trocchia migliaia di visitatori provenienti da tutta la Campania. Mi preme ringraziare non solo gli abitanti del centro storico che, con pazienza e amore ospitano materialmente il Presepe nelle loro case e nei loro cortili, ma anche le forze dell’ordine e i volontari della Protezione Civile e della Croce Rossa, il cui supporto ogni anno è fondamentale nelle serate della kermesse”, ha concluso il sindaco.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©