Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

A Pompei i ragazzi portano in scena la legalità


A Pompei i ragazzi portano in scena la legalità
06/12/2010, 14:12


NAPOLI - Cultura della legalità e rispetto per l’ambiente che ci circonda: attraverso il teatro i ragazzi di Pompei lanciano il loro messaggio di speranza. Sono questi, infatti gli obiettivi e - al tempo stesso - i temi d’attualità che hanno ispirato gli alunni della scuola secondaria di I grado “Matteo Della Corte” di Pompei nell’allestimento dello spettacolo teatrale “Voglio vivere così?” in programma domani, martedì 7 dicembre, alle ore 18.30 presso il Teatro “Di Costanzo-Mattiello” di Pompei. Lo scopo dello spettacolo, ideato dai ragazzi stessi, è quello di far riflettere sulla quotidianità a Napoli e dintorni, e su quegli spaccati di vita vissuta sul nostro territorio che perfino Goethe, osservando il popolo napoletano, vedeva come scene da commedia, da rappresentarsi in palcoscenico. I ragazzi della scuola “Matteo Della Corte”, insieme ai docenti, hanno riflettuto e discusso sulle tematiche della legalità e della sostenibilità ambientale, dando vita ad uno spettacolo teatrale realizzato nell’anno scolastico 2009-10 con i finanziamenti del PON-F-1 FSE 2009-395. I temi dell'ambiente si sono intrecciati con quelli dello sviluppo economico e con la necessità di educare a tenori di vita rispettosi degli equilibri naturali. Lo spettacolo, rivisitato grazie al lavoro svolto nel laboratorio teatrale e di scrittura creativa diretto dall’attore Luca Varone, viene riproposto anche per l’anno scolastico 2010-11 con l’obiettivo di diffondere un’autentica cultura dei valori civili, affinché ci si riappropri del senso del limite, del dovere, del rispetto e della responsabilità. “La scuola – dice Francesca Martire, dirigente della “Matteo Della Corte” – ha il compito di educare ai comportamenti corretti, per formare gli adulti di domani. Per questo la comprensione di concetti come il rispetto della legge, del prossimo e dell’ambiente devono iniziare tra i banchi di scuola”. Ma tra gli obiettivi dei ragazzi c’è anche la solidarietà e la voglia di contribuire alla ricerca per sconfiggere le malattie gravi: è per questo che gli alunni, insieme ai docenti e alle famiglie, saranno in piazza Bartolo Longo, mercoledì 8 dicembre, dalle 9 alle 13, impegnati nella vendita di manufatti, realizzati dai ragazzi stessi, allo scopo di devolvere il ricavato per fini sociali. L’incasso del “Mercatino Della Solidarietà”, infatti, è destinato a finanziare le attività solidali di Telethon e Trame Africane. L’iniziativa, è realizzata con il patrocinio della Città di Pompei, in collaborazione con Unitre, l’università per le tre età.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©