Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La proposta del Ministro Maroni

"A Reggio Calabria la sede dell'Agenzia dei beni sequestrati"


'A Reggio Calabria la sede dell'Agenzia dei beni sequestrati'
06/01/2010, 15:01


ROMA -  La bomba esplosa davanti alla Procura di Reggio Calabria «è un fatto molto grave, un atto terroristico della’ndrangheta, per generare timori e paure. Il ministro dell’Interno, Roberto Maroni commenta così l’attentato di domenica, annunciando anche che intende proporre proprio Reggio Calabria come sede dell’Agenzia nazionale dei beni sequestrati e confiscati, la cui istituzione è in dirittura d’arrivo. Una proposta accolta con soddisfazione dal sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Scopelliti: «Si tratta - ha detto - di un ulteriore segno di presenza dello Stato sul nostro territorio oltre che un riconoscimento alla città di Reggio ed alla sua amministrazione che ha dimostrato grande capacità nella destinazione dei beni confiscati alle organizzazioni mafiose». Entro gennaio, sarà portato all’approvazione del Consiglio dei Ministri il piano straordinario antimafia. È prevista anche la realizzazione di un Codice delle leggi antimafia.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©