Cronaca / Curiosità

Commenta Stampa

Natale di speranza in Indonesia

A sette anni dallo tsunami la piccola Mary torna a casa


A sette anni dallo tsunami la piccola Mary torna a casa
24/12/2011, 17:12

Era il 26 dicembre 2004 quando la forza devastante dello tsunami seminò lutti e devastazioni da un capo all’altro dell’Oceano Indiano. L’indonesia pagò il tributo peggiore al cataclisma : più di tre quarti degli oltre 230.000 morti complessivi persero la vita nell'arcipelago asiatico. Tra questi la piccola Mary Yuranda che all’età di 8 anni sparì purtroppo tra i flutti impietosi. I suoi genitori, dopo mesi di disperate ricerche si erano ormai tristemente rassegnati al loro sventurato destino e al fatto di aver perso ben due dei loro tre figli nella devastante catastrofe. Eppure, dopo sette lunghissimi anni, tra lo stupore di tutti, così come ci riferisce l’agenzia di stampa Antara, Mary, che oggi ha 15 anni, è riuscita a ritornare al suo villaggio d’origine a Meulaboh, nel territorio autonomo di Aceh, all'estremità settentrionale dell'isola di Sumatra. Sulle prime, vestita com’era di stracci, gli abitanti l'hanno scambiata per una mendicante; non ricordava né come si chiamassero i suoi genitori né tantomeno dove abitassero, ma, miracolosa provvidenza, le è finalmente venuto in mente il nome del nonno, Ibrahim: l'anziano è stato fatto chiamare e ha riconosciuto la nipote, grazie ad alcune voglie sull'addome, a un neo e ad una cicatrice sul viso. Quando ha rivisto il padre Tarmius e la madre Yusnidar, l'adolescente avrebbe raccontato loro di essere stata portata dalla corrente fino alla spiaggia di un altro villaggio, dove sarebbe caduta nelle grinfie di una donna spregevole che le ha imposto di chiedere l'elemosina per tutto il tempo trascorso. Alla fine, dopo strenua insistenza, Mary è riuscita a convincere la donna a lasciarla andare e con l’autostop e riuscita finalmente a ritrovare la strada di casa. Un taxista infatti, impietositosi di fronte alla sua tristissima vicenda, l’ha fatta salire a bordo della sua vettura ed ha posto fine alle sue tribolazioni. A pochi giorni dall’anniversario di quella terribile sciagura, la piccola Mary ha trovato sotto l’albero il dono più atteso: potersi ricongiungere ai suoi cari e vivere il Natale circondata dal calore e dall’affetto della sua famiglia.

Commenta Stampa
di Rosa Vetrone
Riproduzione riservata ©