Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il sindaco: "Lo vuole la cittadinanza, perchè sporcano"

A Tarquinia è caccia libera al piccione


A Tarquinia è caccia libera al piccione
24/09/2011, 18:09

TARQUINIA (ROMA) - I piccioni sporcano? Allora eliminiamoli. E' quello che ha deciso il sindaco di Tarquinia, in provincia di Roma, che pochi giorni fa ha emanato una ordinanza nella quale autorizza i cittadini a sparare ai piccioni, comunicando gli abbattimenti alle varie associazioni venatorie. In teoria, l'ordinanza è diretta solo a chi ha il porto d'armi per la caccia, ma in realtà è una caccia a cui partecipano più o meno tutti. Chi non ha armi da caccia usa la pistola o il fucile tenuti in casa, oppure armi ad aria compressa. I ragazzi usano petardi da lanciare contro gli uccelli per stordirli con l'esplosione. E anche se in teoria la caccia dovrebbe essere limitata alla zona agricola circostante il centro cittadino, ci sono state molte segnalazioni al 113 o al 112 sull'uso in città delle armi (anche se a volte il rumore dei petardi è stato scambiato per quello di fucile o pistole).
E alle critiche, per una decisione così crudele, il sindaco Mauro Mazzola risponde: "Mi sono limitato ad assecondare la volontà della gente. Gli abitanti non ne possono più di questa situazione. Sui tetti del centro storico si annidano a decine. Dunque l’ordinanza nasce da esigenze igienico-sanitarie, il rischio di malattie trasmesse dai volatili è reale".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©