Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

A16, arresto per detenzione e spaccio di stupefacenti


A16, arresto per detenzione e spaccio di stupefacenti
19/04/2011, 13:04

La consolidata azione di contrasto alla diffusione di sostanze stupefacenti attuata dal Comando Provinciale di Avellino su tutto il territorio della provincia si è concretizzata in un ulteriore sequestro di droga. Nell’ambito dell’articolato piano che ha previsto la dislocazione di posti di blocco in corrispondenza dei varchi d’accesso alla città e dei centri nevralgici del traffico autostradale, nel pomeriggio di ieri una pattuglia della Compagnia di Avellino, agli ordini del capitano Salvatore Serra, ha dato corso ad una serie di controlli presso il casello di Avellino Est dell’A-16, con accurate verifiche alle decine di automobilisti in transito. Sono da poche passate le 16.00 quando l’attenzione delle Fiamme Gialle viene attirata da una Picanto KYA condotta da un giovane che, alla vista dei finanzieri, mostrava un atteggiamento sospetto, guardandosi ripetutamente intorno dopo aver vistosamente rallentato. All’intimazione dell’alt per un controllo il giovane confermava un elevato nervosismo ed una grande agitazione del giovane (rivelatasi poi motivata anche dall’effetto di sostanze stupefacenti): il diniego alla domanda circa il possesso di sostanze stupefacenti veniva palesemente confutato da ciò che i militari, dando uno sguardo all’interno dell’abitacolo, scorgevano all’interno della vettura. Sul tappetino posto in corrispondenza del posto passeggero, infatti, erano state lasciate diverse siringhe, ancora sporche di sangue, e financo un laccio emostatico. All’agghiacciante scoperta non poteva che seguire la verifica approfondita del mezzo e, in un borsello rinvenuto sotto la leva del cambio, in corrispondenza del vano-portaoggetti, venivano scoperti ben 8 bussolotti di plastica, di colore rosso e di colore giallo: mentre due erano vuoti, gli altri sei risultavano contenere della polvere bianca che, sottoposta ad analisi speditiva a mezzo NARCOTEST, rivelava subito la colorazione tipica delle sostanze stupefacenti. Si trattava, in dettaglio di 3,8 grammi di eroina e di 1,7 grammi di cocaina, immediatamente sottoposta a sequestro dai finanzieri. Mentre si procedeva ai controlli di rito nei confronti del giovane conducente, identificato per tale B.D. (di anni 25), residente a Villamaina (AV), tramite la Sala Operativa del Comando Provinciale veniva contestualmente allertata una pattuglia della Tenenza di Ariano Irpino che raggiungeva il domicilio del ragazzo in Villamaina onde dar corso ad una accurata perquisizione locale allo scopo di rinvenire eventuali ulteriori quantità di droga. La notizia che la perquisizione si concludeva con esito negativo raggiungeva i militari operanti mentre si trovavano presso il pronto soccorso del nosocomio cittadino dove avevano accompagnato il ragazzo per la sottoposizione alle analisi mediche previste. In considerazione della conferma di presenza nel sangue di oppiacei e cannabinoidi, oltre alla denuncia a piede libero all’autorità giudiziaria per la violazione di cui all’articolo 73 del D.P.R. nr. 309/90, nei confronti del suddetto B.D. scattava anche il ritiro della patente, con contestuale avvio presso Prefettura di Avellino della speciale procedura finalizzata alla sospensione del documento di guida.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©