Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Abbattimenti: assemblea popolare ad Ischia



Abbattimenti: assemblea popolare ad Ischia
29/12/2009, 09:12


ISCHIA - Si è svolta lunedì pomeriggio 28 dicembre 2009, presso il Bar Calise di Ischia, la seconda assemblea del Comitato per il diritto alla casa di Ischia e Procida. Tanti sono stati i cittadini presenti all’importante riunione moderata dal Presidente del Comitato di lotta popolare, Luigi Pisani. La vera e inaspettata sorpresa della serata è stata la presenza dell’Avvocato Bruno Molinaro accompagnato dall’Architetto Sandro Petti. Approfittando dell’autorevole presenza, Domenico Savio dopo un breve preambolo, ha immediatamente dato la parola a Molinaro il quale, per prima cosa, ha portato a conoscenza dei presenti il protocollo voluto sugli abbattimenti dalla Procura di Siracusa e stipulato con tutti i sindaci del circondario. “Un protocollo che distingue, ha affermato Molinaro, le varie fasce di intervento, graduando le demolizioni a partire da quelle che hanno ad oggetto gli immobili che ricadono in zone assoggettate a vincolo di inedificabilità assoluta per poi proseguire con quelle costruzioni prive di tamponature, quindi incomplete, allo stato rustico ricadenti in zone di inedificabilità relativa per poi proseguire con le cosiddette residenze non abituali, secondarie”. “In effetti applicando questo protocollo a Ischia, ha sottolineato l’Avv. Molinaro, si otterrebbe che le prime case ultimate e abitate, potrebbero essere demolite solo fra svariati anni se non dovesse cambiare nulla a livello legislativo, mentre la cosa singolare è che attualmente vengono colpite da queste prime esperienze maturate, proprio le prime case”.
Molinaro, dopo essersi soffermato sulla proposta di modifica della Legge sul Terzo Condono che dovrebbe essere finalmente discussa dal Consiglio dei Ministri il prossimo 12 gennaio, ha cercato di fare chiarezza sul Piano Casa recentemente approvato dalla regione Campania affermando: “Questa legge consente di realizzare l’ampliamento di superficie di volume non superiore al venti per cento anche presso gli immobili per i quali sia stata presentata domanda di condono. La norma non distingue, ha precisato Molinaro, tra primo, secondo e terzo condono e quindi riconosce questa possibilità. Questa disposizione apre sicuramente una prospettiva davanti a noi e sicuramente la sfrutteremo”. Dopo l’esaustivo e interessantissimo intervento dell’Avvocato Bruno Molinaro, Domenico Savio ha introdotto il dibattito a cui ha preso parte anche l’Assessore di Barano Giovanni Migliaccio e al termine del quale, i partecipanti all’assemblea hanno deciso di indire una manifestazione di protesta popolare a difesa del diritto alla casa e contro gli abbattimenti delle prime abitazioni di necessità che si terrà giovedì 7 gennaio 2010 sotto il Municipio di Ischia a partire dalle ore 17.00 e al termine della quale i manifestanti chiederanno di essere ricevuti dai Sindaci isolani all’interno della Sala consiliare del Comune di Ischia. Manifestazione a cui Domenico Savio chiede l’intervento in massa da parte della cittadinanza isolana, a cui invita a partecipare chi è direttamente interessato dal problema e chi non lo è ma vuole dare la propria solidarietà alle migliaia di famiglie che corrono il rischio di vedersi abbattuta la loro prima e unica casa di abitazione dopo essersela costruita con anni di duri e inenarrabili sacrifici.

Commenta Stampa
di Gennaro Savio
Riproduzione riservata ©