Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Abbattimenti, presidio a montecitorio: Pannella solidarizza con i manifestanti



Abbattimenti, presidio a montecitorio: Pannella solidarizza con i manifestanti
30/03/2011, 09:03

Continua all’esterno della Camera dei Deputati il presidio permanente dei cittadini della regione Campania contro la tragedia degli abbattimenti delle prime case di necessità che stanno letteralmente distruggendo l’esistenza di migliaia e migliaia di famiglie campane che per la mancanza dei necessari piani urbanistici sono stati costretti dallo Stato inadempiente a costruirsi abusivamente l’abitazione di necessità. Sono incatenati da oltre una settimana e promettono di non lasciare Monte Citorio sino a quando il governo non emana un provvedimento legislativo col quale si fermino le ruspe, si blocchino gli abbattimenti e si dia la possibilità alla povera gente di poter sanare la casa. Come ogni giorno in piazza Monte Citorio sono tanti i Deputati e i dirigenti politici che passano davanti al presidio. Qualcuno si ferma e chiede spiegazioni e altri tirano dritto. Stamattina a sorpresa, in segno di solidarietà con i manifestanti, Marco Pannella, radicale in quota al Partito Democratico, partito che si è sempre schierato a favore degli abbattimenti, ha indossato la casacca con su la scritta “bloccate le ruspe”. A questo gesto di solidarietà seguirà un impegno concreto del suo partito a difesa delle umili famiglie campane che rischiano l’abbattimento della propria casa? Staremo a vedere. Intanto tengono ancora banco le dichiarazioni rilasciateci da Di Pietro nei giorni scorsi e in cui il leader dell’Italia dei Valori ha chiaramente lasciato intendere che il suo Partito che sino ad oggi si era sempre opposto all’approvazione di un decreto ferma-ruspe, ora è impegnato a trovare una soluzione. Intanto la gente è stufa della chiacchiere e chiede a gran voce l’approvazione di un decreto che salvi la loro casa dall’abbattimento Per la cronaca ricordiamo che nella scorsa campagna elettorale con una falsa promessa, la Ministra Mara Carfagna garantì che se avessero vinto le elezioni in Campania con Caldoro Presidente, non sarebbe andato più un solo pilastro di casa. Altro che pilastro di casa. Dopo la vittoria del centrodestra, in Campania sono andate giù già decine e decine di case della povera gente: assurdo.

Commenta Stampa
di Gennaro Savio
Riproduzione riservata ©