Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Tragedia nel salernitano

Abitava in cantina, anziano disabile muore durante incendio


Abitava in cantina, anziano disabile muore durante incendio
06/11/2009, 10:11


BATTIPAGLIA - E' morto cercando aiuto. Nessuno è riuscito a sentirlo. E' morto mentre provava a respirare, mentre cercava un filo di ossigeno vicino alla fessura della porta, asfissiato dal fumo che si era sparso ovunque all’interno di uno scantinato, adibito ad abitazione, di un palazzo di sette piani di viale Libertà a Battipaglia, nel salernitano. Il terribile incendio, probabilmente scoppiato per un cortocircuito, è divampato durante la notte. Se n' è andato così Carmine Di Benedetto, 75 anni, reso muto dopo un’operazione alla trachea, che da qualche tempo dormiva all’interno della cantina, pare a causa di dissapori familiari. L’incendio si è sviluppato nel locale di appena tre metri quadri , provocando un denso fumo che ha intossicato l’anziano, il quale ha provato a chiedere aiuto colpendo ripetutamente le pareti del locale. I carabinieri ed i vigili del fuoco hanno prestato i primi soccorsi, ma l’uomo è deceduto nel corso del trasporto all’ospedale. A causa del fumo sono state evacuate in via precauzionale le ventiquattro famiglie che risiedono nel palazzo di viale Libertà. Una disgrazia, un maledetto incidente, ripetono gli investigatori dopo aver setacciato lo scantinato: "Era solo. Forse un corto circuito. Non sappiamo ancora cosa sia successo davvero, sono soltanto ipotesi. Quando si è svegliato a causa del fumo il malcapitato ha perso i sensi dopo pochi minuti" spiega il capitano Giuseppe Costa della compagnia dei carabinieri di Battipaglia. A spegnere l' incendio, subito dopo l' allarme, sono stati i vigili del Fuoco: “L' abbiamo trovato a terra. Non si muoveva, ma il suo cuore batteva ancora” spiega il caposquadra. Sgomenti amici e conoscenti della famiglia colpita dal lutto. “Sono nato qui settant' anni fa - dice un vicino di casa - In tanto tempo non mi è mai capitato di vedere nulla del genere”. Come è prassi in questi casi, sull' accaduto la magistratura ha aperto un' inchiesta.

Commenta Stampa
di Vincenzo Rubano
Riproduzione riservata ©