Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Cementificazione selvaggia: cresce nell'area flegrea

Abusi edilizi: arrivano le ruspe


Abusi edilizi: arrivano le ruspe
28/06/2010, 12:06

POZZUOLI (NA) - L'abusivismo edilizio ha trovato nel corso degli anni un terreno molto fertile nell'intera zona flegrea.
Durante una riunione operativa, convocata qualche mese fa dalla Prefettura di Napoli, cui parteciparono anche i tecnici del comune di Pozzuoli e la polizia locale, fu fatta luce sulla realizzazione di numerose costruzioni abusive, che intaccano il territorio, causando danni ambientali e urbanistici. Una situazione annosa per la "capitale" dei Campi Ardenti, che già dopo le scosse del bradisismo si presentava chiusa in una morsa di cemento. Gli elicotteri dei carabinieri nel corso di alcune operazioni individuarono oltre 2600 cantieri abusivi. 
Con il passare degli anni, nonostante continui l'attività di controllo delle forze dell'ordine, la piaga del mattone selvaggio prosegue senza alcuna battuta d'arresto.
Da gennaio ad aprile 2010 sono stati segnalati 39 nuovi casi di abusi edilizi in tutti e quattro i comuni del territorio flegreo. A Pozzuoli si parla di 23 casi, di cui 14 oggetto di ordinanza di abbattimento a carico dei titolari, entro 90 giorni concessi per legge.
Il fenomeno del calcestruzzo illegale risulta così endemico che nella classifica regionale degli abusi edilizi sul demanio, la Campania svetta al primo posto del podio grazie ai 783 reati accertati nel 2009.

Commenta Stampa
di Tiziana Casciaro
Riproduzione riservata ©

Correlati