Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Abusi nella riserva naturale di Castelfusano

Abusi edilizi: Roma, sequestrato camping di lusso


Abusi edilizi: Roma, sequestrato camping di lusso
08/03/2012, 11:03

Bungalow, piscine, campi da calcetto, discoteche, supermercati, ristoranti, bar, negozi e casali da favola immersi in una pineta di 33 ettari capace di ospitare oltre quattromila persone. Un vero e proprio agglomerato urbano composto da circa ottocento unità abitative, oltre ad ormeggi per circa duecento imbarcazioni. Il tutto totalmente abusivo. Il terreno fa parte della riserva naturale statale del litorale romano, meglio conosciuta come pineta di Castelfusano. Una vasta area protetta sequestrata nel corso di un'operazione congiunta dei finanzieri del comando provinciale di Roma, di personale del nucleo investigativo provinciale di Roma del corpo forestale dello Stato e della polizia locale del XIII municipio di Roma Capitale. Le indagini sono scaturite da una verifica fiscale avviata dalle Fiamme Gialle del II gruppo Roma nei confronti della società proprietaria del terreno. Nel corso delle operazioni ispettive, i militari hanno rilevato gravi indizi di abusi edilizi commessi sull'area in relazione ai quali era stata informata la procura della Repubblica di Roma. All'esito degli accertamenti il pm inquirente ha richiesto ed ottenuto dal gip del tribunale il sequestro preventivo della struttura turistica. Denunciati a piede libero all'autorità giudiziaria l'amministratore della società e due persone.

(Nella foto il Camping di Castelfusano)

Commenta Stampa
di Veronica Riefolo
Riproduzione riservata ©