Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Blitz dei vigili urbani e dei carabinieri nel giuglianese

Abusivismo: 32 villette sequestrate e 3 denunce


Abusivismo: 32 villette sequestrate e 3 denunce
19/05/2010, 17:05


GIUGLIANO (Na) - Sequestro a Licola nel Giuglianese (Napoli), dove sono stati posti i sigilli su 32 villette abusive, nel comune di Giugliano e denunciate tre persone. Il valore del sequestro ammonta a 6 milioni di euro. L'operazione è stata realizzata dagli agenti del Comando di Polizia Municipale, diretti dal comandante Antonio Baldi, e dai carabinieri di Varcaturo. Gli agenti della municipale hanno apposto i sigilli ad un complesso immobiliare situato in via Reginelle e ad uno stabile in costruzione in Vicinale Scuotto, entrambi a Licola. Gli agenti hanno appurato che le 32 unità immobiliari di via Reginelle erano autonomamente fruibili, collegati alle fognature comunali, con allaccio elettrico ed idrico per 4 mila metri quadri circa. Sono stati denunciati il legale rappresentate della società di costruzione e la madre: per i reati di abuso edilizio, falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico, uso di atto falso e truffa. Il costruttore, F. F., 47 anni, di Pianura, con precedenti penali per reati simili commessi a Giugliano e a Napoli, era già stato denunciato nell'ultima operazione dei vigili urbani del 9 aprile, quando furono apposti i sigilli a 42 ville. Dalle indagini è emerso che le abitazioni erano state vendute con un regolare atto notarile e che il venditore aveva dichiarato (verbalmente e senza presentare atti) una presunta sanatoria. L'atto di vendita aveva anche permesso l'accensione di mutui presso diversi istituti di credito. I parchi sottoposti a sequestro - Reginelle e Delle Palme - sono formati da 32 villette da circa 90 metri quadri ciascuna, attualmente occupate dai proprietari (le costruzioni risalgono al 2005 ed hanno un valore di circa 5,5 milioni di euro complessivi). Dalle indagini é anche emerso che i numeri di protocollo apposti sulle licenze corrispondevano a certificati di residenza, di matrimoni e altro. Denunciato anche un cittadino di Pozzuoli che stava ultimando i lavori ad una palazzina di tre piani in via Vicinale Scuotto del valore di 500 mila euro. L'intervento è frutto dell'azione programmatica dell'amministrazione Comunale al fine di contrastare l'abusivismo edilizio. Le unità abitative poste sotto sequestro sono state date in custodia ai proprietari.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.