Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

ABUSIVISMO EDILIZIO IN CAMPANIA, RIVELLINI: "CASALNUOVO? POCA COSA RISPETTO A CARDITO"


ABUSIVISMO EDILIZIO IN CAMPANIA, RIVELLINI: 'CASALNUOVO? POCA COSA RISPETTO A CARDITO'
09/12/2008, 17:12

Il presidente del Gruppo di AN in Consiglio Regionale della Campania Enzo Rivellini ha rilasciato la seguente dichiarazione: "I clamorosi casi di abusivismo edilizio che vennero a galla tempo fa al Comune di Casalnuovo, con decine e decine di unità abitative costruite senza autorizzazioni né licenze, rischiano di essere poca cosa rispetto a quanto sta accadendo da tempo al Comune di Cardito. Nel Comune a nord di Napoli, infatti, guidato dal sindaco dell’Italia dei Valori Giuseppe Barra sono state concesse decine e decine di licenze edilizie sulla base di una delibera del consiglio comunale assolutamente illegittima. La delibera del Comune è del luglio 2003 e fu già oggetto di una mia interrogazione consiliare nel dicembre 2006. A tutt’oggi non ho ricevuto alcuna risposta, ma ho appreso, leggendo l’inchiesta giornalistica dal titolo "Le mani sul nuovo Prg: in cantiere il sacco di Cardito", pubblicata sul periodico "Corriere delle Città" diretto da Giuseppe Caputo, che il settore urbanistica della Regione Campania, sulla scorta della mia interrogazione, ha intimato al Comune di Cardito di annullare la manovra urbanistica frutto della delibera consiliare del luglio 2003 in cui si sanciva che la grandezza di un vano abitativo fosse di 262 mc (metri cubi) e non di 100 mc come stabilito e previsto dalla legge vigente e dal Decreto Ministeriale 1444 / 68. Nella comunicazione del settore urbanistica della Regione Campania, a firma dell’Ing. Bartolomeo Sciannimanico, si sancisce l’avvio del procedimento finalizzato all’adozione del provvedimento di annullamento della delibera di Consiglio Comunale n. 13 del 22 luglio 2003, con conseguente annullamento di tutti gli atti autorizzatori di opere edilizie concessi dai competenti uffici comunali di Cardito sulla scorta delle determinazioni in essa contenuti. L’inchiesta giornalistica, a firma del dottor Giovanni De Cicco, offre uno spaccato a dir poco inquietante visto che sulla scorta della illegittima delibera del Comune sarebbero state rilasciate fino al 2006 ben 149 nuove licenze edilizie. A questo numero va ovviamente aggiunto il dato aggiornato al 2008. Con queste nuove licenze edilizie a Cardito sono stati costruiti decine e decine di nuovi appartamenti che rappresentano una vera e propria devastazione urbanistica del territorio, peraltro già martoriato da anni ed anni di abusivismo edilizio. Ecco perché ho il timore che quanto scoperto alcuni anni fa a Casalnuovo rischia di essere poca cosa rispetto a quanto accaduto a Cardito. A questo punto gli organismi istituzionali competenti devono intervenire per sanare il grave vulnus che si è determinato e di ripristinare la legalità sul territorio a nord di Napoli".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©