Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Continuano le indagini sui mancati controlli dei vigili

Abusivismo, sequestrato impianto sportivo


.

Abusivismo, sequestrato impianto sportivo
23/01/2010, 13:01

TORRE DEL GRECO – Prosegue l’inchiesta della Procura di Torre Annunziata sui mancati controlli dei vigili urbani di Torre del Greco ai cantieri sequestrati per abusivismo edilizio.
Le indagini erano partite già nei giorni scorsi con due ispezioni al comando della polizia municipale per verificare la regolarità dell’operato dei caschi bianchi torresi.
Nella giornata di ieri, gli agenti della squadra giudiziaria del commissariato di polizia hanno effettuato una serie di controlli in via Sant’Elena concentrandosi in particolare su un impianto sportivo in avanzato stato di realizzazione, rivelatosi poi fuorilegge poiché, dalle verifiche fatte, è risultato sprovvisto delle necessarie autorizzazioni. Durante il blitz, i poliziotti hanno potuto appurare che la struttura era praticamente ultimata: all’impianto, infatti, mancava solamente il completamento degli spogliatoi per gli atleti. I vari campi di calcio, già completamente attrezzati con erba sintetica e dotati di recinzione, sono dunque stati posti sotto sequestro. E il proprietario della struttura, C.D., noto imprenditore orafo, è stato denunciato.
Secondo la Procura, l’impianto sportivo, sarebbe stato ultimato nonostante in precedenza, alla struttura fossero stati apposti i sigilli dall’autorità giudiziaria. Una serie di interventi dunque totalmente fuorilegge che, secondo le ipotesi avanzate dai magistrati di Torre Annunziata, potevano essere stati effettuati soltanto grazie al mancato controllo degli uomini della polizia municipale che invece erano incaricati di sorvegliare il cantiere posto sotto sequestro.
Il prossimo passo della Procura oplontina per dimostrare le irregolarità riscontrate, sarà adesso quello di confrontare lo stato attuale dei luoghi, la condizione cioè in cui gli agenti di polizia hanno trovato la struttura di Sant’Elena, con le stampe effettuate grazie all’ausilio del satellite Mistral nel corso del 2009. Documentazione richiesta dalla polizia durante una serie di controlli a palazzo La Salle, sede di alcuni uffici comunali. In quella stessa occasione la squadra giudiziaria che sta indagando sulla vicenda, aveva anche provveduto a fotografare i cartellini dei dieci vigili urbani assegnati al servizio antiabusivismo per un eventuale successivo riconoscimento.
Acquisiti invece nella prima fase dell’inchiesta, documenti e registri per verificare le presenze degli agenti della municipale dallo scorso mese di settembre fino a gennaio ed appurare, con una serie di controlli incrociati, le eventuali omissioni da parte dei caschi bianchi torresi nei controlli a cantieri sequestrati.
Non è la prima volta che la Procura di Torre Annunziata si concentra sugli abusi edilizi a Torre del Greco e sui mancati controlli della polizia municipale. Per una precedente inchiesta che riguardava proprio la costruzione di un campo di calcio abusivo adiacente alla scuola Giovanni Falcone sequestrato dai vigili urbani ma non ripristinato a regola d’arte dai proprietari del terreno, al momento sono indagati tre dipendenti comunali accusati a vario titolo di abuso d’ufficio e falso.

Commenta Stampa
di Elisa Scarfogliero
Riproduzione riservata ©