Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

ACCOLTELLA LA FIGLIA E TENTA IL SUICIDIO


ACCOLTELLA LA FIGLIA E TENTA IL SUICIDIO
23/11/2007, 09:11

Un dramma familiare ha colpito Monteporzio, una madre ha accoltellato alla gola la figlia e poi ha tentato il suicidio.
Non sopportava la sofferenza della figlia, Sara, affetta da anni dalla sindrome di Les, il 'lupus eritematoso sistemico', che si era manifestata, infatti, quando la la bambina aveva solo quattro anni. Per 18 lunghi anni la madre, Silvana Anselmi, ha assistito la figlia ma poi è esplosa, ha atteso che il marito Sivio Servadio uscisse di casa per accolteare la figlia di ventidue anni ormai a letto. Una famiglia non troppo agiata si ritrova ora nello sconforto.
Il dramma si è consumato tra le 7 e le 11 ieri.
La ragazza uccisa ha avuto una vita alquanto difficile, che le ha tolto le facoltà fisiche, motorie, ma nonquelle mentali. diplomata all'istituto commerciale di Fano, e poi aveva lavorato al centralino del Comune con una borsa lavoro, ma a causa di un peggioramento delle sue condizioni aveva dovuto smettere da circa un anno. Dure le sue giornate, ormaidel tutto non autosufficiente e inchiodata su una sedia a rotelle, visto il suo deficit immunitarie non poteva stare a contatto con altre persone.
Le indagini sono in pieno corso, il corpo della ragazza ora sarà esaminato dall'autopsia che stabilirà le cause della morte, che su un piano investigativo non presenta lati oscuri. a madre è stata ritrovata dal marito riversa a terra accanto al letto di Sara, con ferite al collo, ai polsi e all'addome, avrebbe ammesso la sua colpa.
La donna adesso è in ospedale a Fano e non corre alcun pericolo.
L'accusa è quella di omiciio volontario

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©