Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Ai carabinieri: "Ho ucciso mia moglie. Non ne potevo più"

Accusato di tradirla, 76enne strangola moglie gelosa

Furiosi i parenti della vittima

Accusato di tradirla, 76enne strangola moglie gelosa
01/05/2012, 08:05

CUNEO - E' finito in tragedia un litigio tra due anziani coniugi di Cuneo. La donna, Pierina Baudino, di 82 anni, probabilmente spinta dal fatto che suo marito negli ultimi tempi usciva spesso la sera, accusava sempre più frequentemente l'uomo non solo di tradirla, ma anche di rubarle i soldi della pensione. L'uomo, Vittorio Ninotto, di 76 anni, ieri sera non è riuscito a controllarsi e, nel corso di un duro litigio, è stato preso da un raptus di follia, le ha stretto le mani attorno alla gola e l'ha uccisa.

L'omicidio si è consumato ieri dopo cena, attorno alle 21,00, al secondo piano di un alloggio in via Beltrand 2, nella borgata San Paolo di Cuneo. L'uxoricida ha immediatamente chiamato i carabinieri, ai quali ha confessato: "Venite, ho ucciso mia moglie. Non ne potevo più".

La coppia aveva problemi da tempo. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, i due coniugi avrebbero avuto una discussione sull'opportunità che una signora andasse a fare le pulizie a casa loro. La Baudino era contraria, perchè temeva che la donna avesse una relazione con suo marito, e quindi ha iniziato ad accusarlo di averla tradita. I due hanno iniziato ad alzare la voce, come testimoniano alcuni vicini di casa, fino a che Ninotto si è avventato sulla donna con cui viveva da 27 anni e l'ha strangolata.

I parenti della vittima hanno aspettato Ninotto in strada, sotto la pioggia, per più di due ore. Non appena il 76enne è uscito dall'abitazione per essere accompagnato in caserma, gli si sono avventati contro urlando: "Bastardo, devi marcire in galera", "Non meriti di vivere". Si è sfiorato il linciaggio. Nonostante l'intervento dei militari dell'Arma per tenere lontani dall'omicida i parenti della vittima, questi hanno continuato a lanciargli contro i loro ombrelli e ad insultarlo. L'uomo è stato poi portato nella caserma di Cuneo, dove si trova in stato di fermo.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©