Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Acerra 4 rapinatori e 2 ricettatori incastrati dalla Polizia


Acerra 4 rapinatori e 2 ricettatori incastrati dalla Polizia
06/02/2012, 13:02

A bordo di un’autovettura Fiat Panda, munita di un lampeggiante, in 4 si sono recati, in Acerra (NA) presso l’abitazione di un cittadino della Repubblica Popolare cinese, di 30 anni, rapinandolo di quanto aveva in casa.

Grazie al tempismo ed alle articolate indagini, svolte dagli agenti del Commissariato di P.S. “Acerra”, i quattro rapinatori sono stati sottoposti a fermo di P.G., perché responsabili del reato, in concorso tra loro, di rapina aggravata.

Inoltre, nella circostanza, è stato sottoposto a fermo di P.G. anche un cittadino algerino  di 43 anni, perché responsabile del reato di ricettazione.

Nella serata di giovedì, infatti, 4 individui, poi identificati per pregiudicati dell’agro acerrano, hanno raggiunto l’abitazione di un cittadino cinese e, dopo aver bussato più volte alla sua porta, si sono introdotti all’interno, cercando di portar via quanto potevano.

Dopo avergli sottratto il portafoglio, con la scusa di voler vedere i documenti, si sono impossessati di due p.c. portatili e due telefoni cellulari.

L’uomo, che al momento era in casa in compagnia della moglie e di un connazionale, ha cercato di chiedere spiegazioni ma, uno dei 4 con violenza, gli ha scagliato un pugno in pieno volto, motivo per il quale è stato costretto alle cure mediche.

I poliziotti, grazie anche alla minuziosa descrizione della vittima, hanno identificato i 4 uomini. Gli agenti a seguito di perquisizione in una delle abitazioni dei 4 rapinatori, hanno rinvenuto e sequestrato uno dei telefoni cellulari della vittima, accertando, inoltre, che parte della refurtiva era stata rivenduta.

I 4 rapinatori, vistisi alle strette, hanno ammesso le proprie responsabilità, fornendo anche i nomi delle persone a cui avevano rivenduto i pc. portatili ed un telefono cellulare, poi recuperati dai poliziotti.

I quattro sono stati riconosciuti senza ombra di dubbio, quali responsabili della rapina e condotti al Carcere di Poggioreale.

Presso l’abitazione di un cittadino algerino è stato rinvenuto uno dei due pc, mentre l’altro, era stato acquistato da un cittadino acerrano di 25 anni, che aveva provveduto a portarlo in riparazione presso un centro assistenza.

Il giovane è stato trovato in possesso dell’altro telefono cellulare, privo di scheda, acquistato con il pc portatile per la somma di €.60,00, motivo per il quale è stato deferito all’A.G. per il reato di ricettazione.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©