Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Ad Ischia Ponte non arrivano pulman: cittadini in rivolta


Ad Ischia Ponte non arrivano pulman: cittadini in rivolta
06/04/2012, 11:04

Sono in subbuglio i cittadini di Ischia Ponte che ancora una volta, in questi giorni, in alcune fasce orarie si vedono negare il diritto alla mobilità attraverso i mezzi del trasporto pubblico. Infatti dalle ore 11.00 alle 13.00 e dalle ore 17.00 sino alle 24.00 i pullman pubblici della EAV Bus non raggiungono il piazzale Aragonese come dovrebbero ma giunti nei pressi dell’ingresso di Ischia Ponte, svoltano a destra e proseguono la corsa verso la rinomata baia di Cartaromana. Si tratta del numero sette che da sempre, e ogni quindici minuti circa, copre la tratta Ischia-Porto Ischia-Ponte e viceversa. La questione relativa al mancato ingresso del bus del servizio pubblico a Ischia Ponte è storia vecchia e da sempre solleva il disappunto dei residenti, in modo particolare degli anziani che sono costretti a percorrere quotidianamente a piedi centinaia di metri al giorno per uscire e rincasare. Nel passato ci sono state importanti e rumorose manifestazioni di protesta a Ischia Ponte per chiedere alla pubblica amministrazione di permettere ai pullman pubblici di giungere al piazzale Aragonese. Furono raccolte anche centinaia di firme a sostegno della battaglia alla mobilità dei cittadini dell’antico Borgo ischitano ma i destinatari hanno sempre fatto finta di nulla. “Complimentandoci con per il piano traffico attuato a Ischia Ponte per il corrente anno 2011, chiediamo qualche piccola miglioria per agevolare i disabili, i residenti, gli anziani e i turisti che non sono muniti dell’auto. Con la presente noi cittadini chiediamo che il bus di linea possa proseguire fino al piazzale Aragonese, in tutte le ore del giorno e per tutto l’anno, in modo da agevolare tutti a frequentare lo splendido Borgo”. Con queste parole tantissimi cittadini che qualche mese fa hanno sottoscritto l’ultima petizione popolare in ordine di tempo, hanno chiesto per l’ennesima volta al Sindaco Ferrandino che non venga negato l’arrivo del bus a Ischia Ponte. E invece, dopo che il mezzo di trasporto pubblico è stato negato agli ischiapontesi per mesi a causa dei lavori, ora viene inspiegabilmente negato in talune fasce orarie. E questo genera ancora una volta le proteste dei residenti.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©