Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Morto a 88 anni, restano le sue memorie“Sonderkommando”

Addio alla voce della Shoah, Shlomo Venezia


Addio alla voce della Shoah, Shlomo Venezia
01/10/2012, 14:36

ROMA - È morto ad 88 anni Shlomo Venezia, uno dei sopravvissuti alla Shoah e protagonista dei Viaggi della memoria.

Nato il 29 dicembre 1923 a Salonicco, fu deportato ad Auschwitz dove fu costretto a lavorare nelle “unità speciali” dei forni crematori, coloro i quali avevano tale ruolo avevano il compito di uccidere e bruciare i cadaveri. I membri delle “unità speciali” venivano periodicamente ammazzati, ma Shlomo Venezia fu l’unico tra gli italiani a salvarsi.

I suoi tristi ricordi e le sue testimonianze furono pubblicati nelle sue memorie, nel 2007, sotto il titolo “Sonderkommando”,
“Racconto tutto e lo faccio per i ragazzi”, affermava Shlomo.

Benigni lo volle accanto a sé come consulente per il film che gli valse l’Oscar, “La vita è bella”.
Il Sindaco di Roma Capitale, Gianni Alemanno, ha osservato un minuto di silenzio, ed ha aggiunto “Dobbiamo accelerare ancor di più la costruzione del Museo della Shoah proprio perché ci sia la possibilità di continuare l'opera di formazione e trasmissione della memoria”.

 

Commenta Stampa
di Rosa Alvino
Riproduzione riservata ©