Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il blitz della Polizia postale

Adescava ragazzine sul web, arrestato un hacker di Napoli


Adescava ragazzine sul web, arrestato un hacker di Napoli
14/01/2010, 11:01


NAPOLI - Adescava in rete ragazze, anche minorenni; le induceva a realizzare video porno, e poi dietro minaccia di divulgare i filmati le induceva ad incontri sessuali. Con queste accuse è finito in carcere un napoletano di 38 anni, arrestato dal compartimento della Polizia postale di Napoli in esecuzione di un provvedimento restrittivo emesso dal gip. Le indagini hanno preso il via dopo una serie di denunce di giovani, residenti a Napoli e in provincia, che erano state contattate attraverso vari social network. L'arrestato, assumendo più identità fittizie (soprattutto quella di una ragazza omosessuale) e comportandosi in modo minaccioso oppure amicale, riusciva a ottenere dalle vittime la produzione di video compromettenti. Successivamente si presentava alle stesse ragazze nei panni un hacker, proponendo la produzione di un nuovo video pornografico infestato da virus informatici da utilizzare come strumento per accedere al computer della molestatrice/molestatore e cancellarne i dati. Le vittime accettavano quindi di incontrare l'hacker, ossia l'indagato, e di avere con lui rapporti sessuali filmati. In alcuni casi il 38enne aveva assunto il ruolo di appartenente alle forze dell'ordine, esperto di indagini informatiche e quindi in grado di assicurare alla giustizia il molestatore. L'uomo deve rispondere di violenza sessuale, anche su minori, produzione di materiale pedopornografico, violenza privata e sostituzione di persona.

Commenta Stampa
di V.R.
Riproduzione riservata ©