Cronaca / Curiosità

Commenta Stampa

Dall’Australia arriva l’abito Micro ‘be’

Adesso anche il vino si può indossare!


Adesso anche il vino si può indossare!
26/06/2012, 12:06

Australia- Guidati dallo scienziato Gary Cass e con la preziosa collaborazione dell’artista contemporanea Donna Franklin, i ricercatori della Western Australia University hanno messo a punto il metodo per produrre un tessuto a partire da un processo di fermentazione in tutto simile a quello cui si ricorre per la produzione di bevande alcoliche. Si chiama Micro ‘be’ il vestito in tessuto organico derivato dagli acetobatteri, gli stessi a cui possiamo imputare la trasformazione del vino in aceto e si caratterizza di fibre di cellulosa assimilabili al cotone. Il color porpora che vediamo in foto è legato al fatto che nel processo è stato impiegato del vino rosso ma, lo stesso trattamento può essere riservato al vino bianco o a qualunque tipo di birra così da ottenere un guardaroba fornito di un’adeguata gamma di colori! Naturalmente non è alcolico e chi lo indossa non potrà ubriacarsi per assimilazione epidermica ma, spacchi vertiginosi e lunghezze non propriamente “sobrie”, potrebbero comunque dare alla testa di qualche maschietto!

Commenta Stampa
di Rosa Vetrone
Riproduzione riservata ©