Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Adiconsum: il calo, specchio della recessione


Adiconsum: il calo, specchio della recessione
12/04/2013, 15:55

Il calo dell’inflazione – dichiara Pietro Giordano, Segretario Generale Adiconsumnon deve essere considerato un segno positivo, ma un’ulteriore prova della recessione in atto che ha portato ad un abbattimento dei consumi riportandoli indietro agli anni ’90, con effetti a catena sui prezzi al consumo che, in mancanza di mercato, inevitabilmente diminuiscono.

 

Esempio eclatante – continua Giordanoè il calo del prezzo dei beni energetici non regolamentati, indubbiamente dovuto ad un diminuito uso dell’auto e del trasporto su gomma dei beni di consumo, ma anche il rallentamento della corsa del carrello della spesa per la diminuzione della spesa familiare anche di quei prodotti acquistati con maggiore frequenza dal cibo ai carburanti.

 

Adiconsum ribadisce che diventa indispensabile procedere :

1.   la riforma fiscale con abbattimento delle aliquote IRPEF dei lavoratori dipendenti e dei pensionati

2.   rifinanziamento degli ammortizzatori sociali, pena l’esplosione di una emergenza sociale con problemi di ordine pubblico

3.   detassazione del salario di produttività

4.   taglio del cuneo fiscale

Solo aumentando il reddito delle famiglie - prosegue ancora Giordanoè possibile rilanciare i consumi e quindi la produzione di beni e servizi con conseguente beneficio per l’occupazione e quindi del reddito disponibile delle famiglie.

I partiti tutti – conclude Giordanotrovino con urgenza un assetto governativo capace di dare sicurezza al paese e al mercato internazionale, abbandonando le logiche da campagna elettorale che ancora oggi, purtroppo, a distanza di 40 anni sono in primo piano sui media nazionali e internazionali.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©