Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Adiconsum: Le famiglie tagliano il superfluo e scelgono i canali di distribuzione


Adiconsum: Le famiglie tagliano il superfluo e scelgono i canali di distribuzione
26/07/2012, 12:31

Calano ancora le vendite del commercio al dettaglio. Così dicono le rilevazioni dell’Istat sul commercio al dettaglio del mese di maggio 2012. La diminuzione è dello 0,2% rispetto ad aprile scorso e di -2,0% rispetto a maggio 2011), con un lieve aumento delle vendite dei prodotti alimentari (+0,4%) rispetto ad aprile, mentre continuano a diminuire quelle non alimentari (-0,4%).


Riguardo ai canali di distribuzione, rispetto a maggio 2011, rimangono invariate quelli della grande distribuzione, mentre calano quelli dei piccoli negozi.
 

I dati del commercio al dettaglio – dichiara Pietro Giordano, Segretario Generale ADICONSUMseppur con una lieve ripresa delle vendite rispetto ad aprile, continuano a descrivere le difficoltà delle famiglie ad arrivare alla fine del mese. In particolare la diminuzione dei prodotti non alimentari denota come le famiglie italiane, in mancanza di politiche di sviluppo, tenti di trovare da sola soluzioni alle proprie difficoltà, tagliando il superfluo e privilegiando i canali di vendita dove è possibile risparmiare di più .

 

È chiaro  - prosegue Giordano - che così non si va da nessuna parte. Fino a quando potranno reggere le famiglie italiane e il sistema Paese? E’ tempo di misure concrete di sviluppo che attraverso un adeguato piano di rinnovamento e di rilancio del mercato e quindi del lavoro e dell’occupazione aumenti il potere d’acquisto delle famiglie e attesti la contrazione dei consumi. 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©