Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Adisu Parthenope, nuovi appalti nel mirino -video


.

Adisu Parthenope, nuovi appalti nel mirino -video
16/01/2014, 11:32

Il colpo di spugna del governatore Stefano Caldoro, che l'ha commmissariato, non ferma ovviamente l'indagine sul consiglio di amministrazione dell'Adisu Parthenope condotta dai pm della sezione Reati contro la pubblica amministrazione della Procura di Napoli. Indagine che, anzi, nei prossimi giorni potrebbe portare a una svolta rispetto alle due accuse principali.

Il filone principale riguarda presunte consulenze d'oro affidate a numerosi professionisti nell'ultimo biennio. Tre milioni di euro per prestazioni d'opera (perizie, pareri, studi) ritenute in parte superflue o, comunque, qualitativamente scadenti. Lavori, insomma, che sarebbero stati pagati troppo per quello che valgono. A far scattare l'inchiesta la segnalazione della Corte dei Conti della Campania che ha riscontrato alcune anomalie nei costi di gestione della struttura.

La guardia di finanza starebbe lavorando anche sui contratti di forniture di beni e servizi per fare chiarezza su alcuni appalti oggetto di monitoraggio. La magistratura inquirente indaga per abuso d'ufficio e truffa. Finora, gli indagati sono due: l'ormai ex presidente del CdA dell'Adisu Maurizio Zuccaro e il direttore generale Francesco Dentice. Zuccaro è stato per anni segretario cittadino del Nuovo Psi ed è considerato uomo vicinissimo al governatore Stefano Caldoro e a Gennaro Salvatore.

La mossa di Caldoro di azzerare il consiglio di amministrazione, da lui stesso nominato nel luglio 2012, è certamente una mossa politica, per far scendere il livello di pressione anche mediatica attorno all'Adisu, ma nasconde probabilmente l'obiettivo – a un anno dalle elezioni regionali – di evitare il collegamento diretto con una nuova inchiesta penale sui suoi uomini di fiducia ancora in plancia di comando.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©